Domenica 31 gennaio 1971 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Milan 0-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

31 gennaio 1971 - 1670 - Campionato di Serie A 1970/71 - XVI giornata - calcio d'inizio ore 14.30

LAZIO: Di Vincenzo, Wilson, Facco, Governato, Papadopulo, Marchesi, Massa, Mazzola (II), Chinaglia, Fortunato, Magherini (31' Morrone). A disp. Sulfaro. All. Lorenzo.

MILAN: Belli, Anquilletti, Rosato, L.Maldera, Schnellinger, Trapattoni, Combin (69' Rognoni), Biasiolo, Benetti, Rivera, S.Villa. A disp. Vecchi. All. Rocco.

Arbitro: Lo Bello (Siracusa).

Marcatori: 19' L.Maldera.

Note: uno spruzzo di pioggia all'inizio della partita, poi solo un forte vento di tramontana in favore del Milan nel primo tempo e della Lazio nella ripresa. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Governato e Rivera. Calci d'angolo: 7-5 (4-4) a favore della Lazio.

Spettatori: 60.000 circa con 41.248 paganti per un incasso di £. 79.293.500.

I biancocelesti, fanalino di coda in classifica, si trovano davanti un altro ostacolo impossibile. Ormai l'ambiente è saturo di polemiche e contestazioni di ogni genere. La partita si apre con un angolo battuto da Fortunato per Massa che, dal vertice dell'area, impegna Belli in una parata a terra. Al 19' passa il Milan con una punizione dal limite di Maldera che fulmina Di Vincenzo.

Il pubblico rumoreggia e i romani ci provano ad andare avanti, ma lo fanno confusamente. Una punizione di Mazzola viene allontanata dall'area da Rosato. Il secondo tempo inizia con una parata di Di Vincenzo: incursione ravvicinata di Villa che viene sventata in calcio d'angolo. Poi è ancora una punizione di Mazzola a mettere ansia alla difesa rossonera, ma Massa da pochi metri spara alto. Sul finire è Chinaglia, con un colpo di testa, a provare la via della rete, ma Belli para sicuro. Così per la Lazio è la terza sconfitta consecutiva con l'ultimo posto in classifica. La situazione è quasi disperata.