Giovedì 22 settembre 1960 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Real Club Deportivo Español 0-2


Giovedì 22 settembre 1960, stadio Flaminio, ore 21:15.

LAZIO: Lovati (46' Pezzullo), Lo Buono, Del Gratta, Carradori, Janich (46' Eufemi), Fumagalli (46' Carosi), Bizzarri, Mariani, Visentin (46' Joan), Ferrario (46' Pozzan), Mattei - All.: Bernardini.

ESPAÑOL: Visa (46’ Vesa), Abel, Dauder, Rekaman, Bartoly, Mutoz, Dominguez, Riberas, Indio (46’ Torres), Agueirre, Camps - All.: Zamora.

Arbitro: Sig. Jonni di Macerata.

Marcatori: 28’ Rekaman; 70’ Riberas.


Note: Su La Gazzetta dello Sport: L’Espanol batte una Lazio incompleta (2-0). La Lazio ha giocato con una formazione largamente rimaneggiata contro la squadra di Zamora, che vantava nelle sue file ben cinque nazionali. In vero la Lazio inizia bene con un gioco veloce e piacevole, al 2’ Visentin ha la palla buona che però conclude con un lancio sconclusionato, quindi è la volta di Mariani che sfiora il palo, ma dalla mezz’ora la Lazio cala di tono e cresce l’Español. C’è ancora un salvataggio in extremis di Dauder su tiro di Ferrario che aveva prodotto con l’aiuto di Mariani e Visentin una bella azione, ma un contropiede Indio-Dominguez consente a Rekaman di sorprendere nettamente Lovati, anche perché coperto. A questo punto la Lazio accusa nettamente il colpo e rivela spietatamente le sue pecche. Si denota la pochezza del suo gioco, anche se Joan prima e Mattei poi hanno modo di sbagliare due gol a porta vuota. Poi la Lazio cala ancora e Torres e Riberas infilano di nuovo la porta di Lovati. La partita si conclude con questo risultato tra i fischi della folla.