La Coppa Italia 2012/13 omaggia Luigi Bigiarelli


Luigi Bigiarelli, Fondatore della S.P. Lazio
Il trofeo sulla tomba del Fondatore
Foto di ©jcguillaume
Maurizio Manzini e la lapide di Luigi Bigiarelli
Foto di ©jcguillaume
La Coppa Italia 2012/13 sulla stele funeraria di Luigi Bigiarelli
Foto di Felice Vita
Un momento dell'evento
Foto di ©jcguillaume
Un momento dell'evento
Foto di Felice Vita
Un'immagine dell'evento
Foto di Felice Vita
La Coppa su di una lapide

Stagione

La gara Roma-Lazio 0-1 del 26 maggio 2013

La conquista della Coppa Italia 2012/13


La Lazio, nella persona del Team Manager Maurizio Manzini, omaggia in data 16 giugno 2013 Luigi Bigiarelli, l'Ideatore ed uno dei nove Fondatori il 9 gennaio 1900 della Società Podistica Lazio, portando nel cimitero di Ixelles sito in Bruxelles (Belgio), la Coppa Italia 2012/13 conquistata il 26 maggio 2013 nella storica finale-derby disputata contro la Roma. Seguono gli articoli di stampa, le immagini sull'evento ed il testo del messaggio redatto a cura di LazioWiki e letto nel corso della cerimonia. Si ringraziano il Dott. Federico Eichberg, il Sig. Enrico Piano e tutti coloro che ci hanno inviato le immagini pubblicate nelle apposite gallerie.


Da Il Messaggero del 14 giugno 2013:

La Lazio renderà omaggio al suo ideatore e fondatore Luigi Bigiarelli, morto a Bruxelles nel 1908, ponendo ai piedi della sua stele funeraria la Coppa Italia |vinta contro la Roma il 26 maggio. Sarà il team manager della Lazio, Maurizio Manzini, a compiere il gesto domenica al cimitero d'Ixelles della capitale belga, dove riposano le spoglie del fondatore del sodalizio biancoceleste. Bigiarelli, nato a Roma nell'agosto del 1875, si trasferì poi a Bruxelles, seguendo il fratello, dove morì a soli 32 anni nel febbraio 1908.


Estratto da La Repubblica del 15 giugno 2013:

Vola pure la Coppa Italia, lo farà addirittura fino a Bruxelles: sarà accompagnata dal team manager Maurizio Manzini, che avrà l'incarico di posarla sulla tomba di Bigiarelli Luigi, uno dei nove che fondarono la Lazio il 9 gennaio 1900. Un bel modo di far incontrare un trofeo che ha fatto storia, con chi quella stessa storia l'ha cominciata.


Dal sito web Lazio News 24:

Tappa importante oggi per la Coppa Italia conquistata dalla Lazio il 26 maggio: il trofeo nazionale vinto nel derby è stato portato sulla tomba di Luigi Bigiarelli, in omaggio al padre fondatore biancoceleste. La Coppa, portata da alcuni bambini, presentava un nastro celeste lunghissimo, tenuto da più di un centinaio di partecipanti. A rappresentare la Lazio il team manager Maurizio Manzini, che ha fatto anche le veci del presidente Claudio Lotito. All'evento hanno presenziato anche Federico Eichberg, in rappresentanza del presidente della Polisportiva Antonio Buccioni, gli organizzatori Enrico Piano e Alessandro Renzi, Alessandro Cortese, ambasciatore dell'Italia nella Comunità Europea, Walter Baseggio, ex calciatore belga, Dominique Dufourny, vicesindaco di Bruxelles e il pronipote di Luigi Bigiarelli, Ginaluca Pollini, attuale Presidente della sezione Atletica Leggera Lazio.


Manzini è stato a Bruxelles a portare la Coppa Italia sulla tomba di Bigiarelli, uno dei fondatori della SS Lazio. Queste le parole del team manager a tal proposito raccolte da Lazio Style Radio: "Ho provato davvero un'emozione con la e maiuscola, mi sono trovato di fronte la stele di Bigiarelli al cimitero di Bruxelles, senza di lui non ci sarebbe la Lazio, è stavo veramente bellissimo. Al cimitero ci aspettava una folla di laziali e tanti bambini tutti con la maglia biancoceleste. Dopo un grande corteo siamo arrrivati fra la folla alla tomba del pioniere. Da lì sono iniziati i tanti interventi, con l'ambasciatore italiano, l'ambasciatore presso la Nato e Walter Baseggio ex giocatore dell'Anderlecht e del Treviso. Devo dire che fin quando non mi sono trovato li, non credevo che la cosa potesse avere tutto questo fascino".


Testo del messaggio a cura di LazioWiki letto nel corso della cerimonia:

Ancora una volta, Luigi Bigiarelli viene ricordato a Bruxelles, il luogo dove visse nei suoi ultimi sei anni di vita, dove lavorò e dove seguitò a gareggiare avendo sempre con sé la maglia biancoceleste della Lazio. Da quando alcuni sostenitori, con passione e dedizione assolute, riuscirono ad identificare il suo luogo di sepoltura in un campo comune del cimitero di Ixelles da cui oggi è visibile, e per noi di LazioWiki non è un caso, un moderno impianto sportivo, molti Laziali si recano a meditare davanti alla stele che ricorda Colui che ebbe l'Idea. Qui a Ixelles si chiude il cerchio poetico legato ad un Uomo che agli albori del '900 volle intendere lo sport come competizione leale non inficiata da denaro e interesse personale. La sua visione del mondo, per misteriose vie, ha attraversato il secolo breve e ha travalicato il duemila con la forza arcana che è insita nei valori alti ed etici che sono patrimonio di ogni vero Laziale che di tali valori fa il proprio stile di vita.

LazioWiki si occupa da anni di Lazio e cerca di ricostruire con cura la storia di quella che oltre ad essere la più antica società romana è anche la Polisportiva più titolata d'Italia e tra le più grandi del mondo. La Lazio vive quotidianamente lo sport nelle sue 57 Sezioni che consentono a decine di migliaia di giovani di gareggiare con la maglietta biancoceleste. E tutto ciò cominciò, in un freddo 9 gennaio 1900, grazie a Luigi e ai suoi otto amici. Luigi Bigiarelli fu il Fondatore della Lazio, ma non volle mai, in un'ottica paritaria della vita e dello sport, esserne il Presidente. Questo meglio di ogni altra cosa fa capire lo spessore dell'uomo e dello sportivo. La Lazio del 1900, società povera formata da studenti, fu costretta a vendere le coppe e le medaglie vinte per poter pagare l'affitto della propria sede. Ciò amareggiò tantissimo Luigi e forse fu uno dei motivi che lo portarono a Bruxelles. Oggi, in questo luogo sacro, altri laziali degnissimi rendono a Luigi, come simbolico risarcimento, quel che fu tolto: la Coppa Italia che la squadra di Calcio ha vinto il 26 maggio 2013. Prestigioso trofeo che a 113 anni di distanza arricchisce il già immenso palmarès della S.S. Lazio. Luigi ne sarà orgoglioso nella sua elegiaca altra dimensione.

Noi di LazioWiki, grati, chiniamo il capo di fronte a Lui che riposa in questa verde spianata.

LazioWiki.









Stagione La gara Roma-Lazio 0-1 del 26/05/2013 La conquista della Coppa Italia 2012/13 Torna ad inizio pagina