Mercoledì 25 maggio 1966 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Corinthians 2-3


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

25 maggio 1966 - Amichevole 1965/66

LAZIO: Cei (23' Gori), Zanetti, Dotti, Carosi, Pagni, Gasperi, Renna (46' D'Amato), Bartu, Orlando, Governato, D'Amato (46' Ciccolo).

CORINTHIANS: Heitor, Marinho, Ditao, Clovis, Maciel, Nair, Marcos (89' Bataglia), Tales, Ney, Rivelino, Luis.

Arbitro: sig. De Robbio (Torre Annunziata).

Marcatori: 12' D'Amato, 25' Rivelino, 67' Ney, 79' Bartu, 81' Tales.

Note: bella serata, terreno in ottime condizioni. La Lazio ha utilizzato, in prestito temporaneo dal Torino, l'attaccante romano Alberto Orlando. Nel secondo tempo è stato utilizzato anche il difensore Vuerich che però non è riportato nei tabellini dei giornali dell'epoca. L'utilizzo del giocatore non doveva essere reso pubblico in quanto ufficialmente infortunato. Il medico della Lazio dott. Ziaco aveva prodotto infatti una falsa certificazione per lo stesso Vuerich e per il terzino Masiello allo scopo di far ritardare la loro partenza per il servizio di leva. Infortunio alla mano per Cei al 23'. Calci d'angolo: 6-4 a favore della Lazio.

Spettatori: 5.000 con un incasso di £.3.700.000.

Concluso il campionato con una faticosa salvezza, la Lazio torna in campo per un amichevole di prestigio ospitando una delle più forti squadre del Brasile. Corinthians pericoloso nei primi minuti con Cei che fa buona guardia. Al 12' è la Lazio a passare in vantaggio. D'Amato con un gran tiro fulmina Heitor. Si registra quindi un infortunio alla mano per Cei che lascia la contesa sostituito tra i pali da Gori. Il neo entrato si macchia subito di un clamoroso errore non intervenendo su un pallonetto tutt'altro che pericoloso di Rivelino che conclude la sua corsa in rete. Nella ripresa gli ospiti vanno avanti con Ney pronto a riprendere una difettosa respinta del portiere laziale su violenta conclusione del ventenne Rivelino, giovane stella del calcio brasiliano. La Lazio non ci sta e raggiunge il meritato pareggio con uno splendido goal di Bartu che mette il pallone all'incrocio dei pali. Due minuti dopo, però, ancora un grossolano errore di Gori permette a Tales di mettere in rete con estrema facilità e di consegnare ai suoi la vittoria.





Torna ad inizio pagina