Muccinelli Ermes


Ermes Muccinelli
Un disegno con autografo di Ermes Muccinelli

Ala, nato a Lugo di Romagna (RA) il 28 luglio 1927 e deceduto a San Paolo di Savona (SV) il 4 novembre 1994.

La classica ala degli anni '40 e '50. Piccolo (m. 1,63, kg 59), velocissimo (era soprannominato infatti "motorino"), tutto finte di corpo, doppipassi e con un dribbling ubriacante che metteva a sedere i terzini più abili. Dopo un campionato con la Biellese nel 1945/46, esordì con la Juventus, dal cui vivaio proveniva, nel campionato 1946/47 in cui giocò 7 partite con 3 reti e fino al 1955 restò a Torino giocando per altre 7 stagioni totalizzando 226 partite e mettendo a segno 69 reti totali. Per lui stravedevano tutti gli allenatori poiché, quando non segnava direttamente, mandava a rete i compagni di reparto con cross dal fondo tesi e precisi. Il gigante John Hansen e il finissimo Boniperti devono proprio al piccolo romagnolo la più parte delle loro segnature. Il suo albo d'oro contiene due scudetti con i bianconeri, 1949/50 e 1951/52 e una Coppa Italia con la Lazio nel 1957/58.

In Nazionale A ha giocato 15 partite e ha realizzato 4 reti (tra cui la rete numero 400 degli azzurri nella partita Italia-Belgio 3-1 del 5 marzo 1950) mentre in quella B 2 partite e due goal. Arrivò alla Lazio nel 1955/56 e vi restò 3 stagioni in cui giocò 93 partite e segnò 19 reti. A Roma ebbe come allenatori Roberto Copernico, Luigi Ferrero, Jesse Carver e Fulvio Bernardini mentre i compagni di reparto erano i fortissimi Humberto Tozzi, Arne Selmosson, Pasquale Vivolo. Divenne un idolo dei sostenitori biancocelesti che ne apprezzarono la classe e la professionalità. Nel 1958/59, romanticamente, volle andare a concludere la sua carriera ritornando alla Juventus dove giocò altre 15 partite. Lo stadio comunale di Lugo di Romagna (RA) porta il suo nome.

Nel periodo romano fu fidanzato con l'attrice Rossella Como.



Palmares





Torna ad inizio pagina