Storia del campionato di serie A 2009/10


L'Internazionale Campione d'Italia 2009/10
La Lazio 2009/10 nella vittoria della Supercoppa Italiana a Pechino

Stagione

Il campionato di Serie A 2009/10 ha inizio il 23 agosto 2009 e termina il 16 maggio 2010 (data imposta dalla Fifa per garantire il riposo ai calciatori che in estate saranno impegnati nel Campionato del Mondo che si disputa in Sudafrica). Invariata la formula con 20 squadre partecipanti dove la prima si aggiudica lo Scudetto e le ultime tre classificate retrocedono in Serie B.

Solo all'ultima giornata è stato possibile conoscere il nome della squadra vincitrice dopo un torneo molto incerto. L'Inter, grande favorita, prende la testa della classifica già dall'inizio del campionato macinando vittorie e punti. Gli tengono testa a fatica il Milan e la Juventus mentre la Roma arranca. L'allenatore dei giallorossi Spalletti, infatti, si dimette e viene sostituito da Claudio Ranieri. La Lazio illude dopo le vittorie consecutive nelle prime due giornate e pian piano scivola nell'anonimato delle parti basse della classifica. Alla fine del girone d'andata sembra già tutto scritto con i nerazzurri saldamente in testa mentre in coda sembrano già spacciate l'Atalanta ed il Siena mentre Bologna, Livorno, Lazio, Catania e Udinese si danno battaglia nella lotta per non retrocedere. Nel girone di ritorno si fa prepotente la rincorsa dei giallorossi capitolini che erodono punti su punti ai nerazzurri.

Drammatica, intanto, è la situazione in classifica della Lazio che si vede costretta ad esonerare l'allenatore Ballardini per sostituirlo con Edorardo Reja, chiamato a centrare una salvezza ormai molto difficile da ottenere. In testa alla classifica avviene un colpo di scena quando, dopo una lunga rincorsa, la Roma, forte di molti risultati utili consecutivi ed approfittando anche del fatto che l'Inter riesce ad andare molto avanti in Champions League, sorpassa la formazione milanese. Ma un ulteriore colpo di scena si verifica nella gara Roma-Sampdoria quando i giallorossi vedono fermarsi a 24 i turni utili consecutivi perché i blucerchiati, lanciati verso la conquista del quarto posto, con una doppietta di Giampaolo Pazzini espugnano l'Olimpico consentendo all'Inter di riprendere il comando della classifica.

Nel frattempo la Lazio di Reja, grazie ad una serie di risultati utili e ad alcune importanti vittorie in trasferta, si porta fuori dalla zona retrocessione, raggiungendo la salvezza alla penultima giornata. Pessimo è il campionato disputato dalla Juventus che esce dalle zone alte della classifica, così come è altalenante quello del Milan che non riesce ad intromettersi nella lotta per il titolo, mentre il Palermo e la Sampdoria si danno battaglia per la conquista del quarto posto che vuol dire Champions League. Polemiche a non finire nascono dalla partita che vede l'Inter vincere in casa della Lazio che viene accusata di essere stata condizionata a perdere dalla volontà del suo pubblico per danneggiare la rincorsa della Roma al titolo tricolore. Intanto il club nerazzurro si aggiudica la finale di Coppa Italia battendo la Roma all'Olimpico. Solo all'ultima giornata l'Inter si laurea Campione d'Italia per la 18a volta nella sua storia battendo un coriaceo Siena (gia retrocesso) per 1-0 e rendendo così inutile la vittoria della Roma a Verona contro il Chievo. In coda retrocedono il Siena, il Livorno e l'Atalanta, mentre il Milan (terzo) e la Sampdoria (quarta) si qualificano per la Champions League mentre il Palermo, il Napoli e la Juventus conquistano un posto in Europa League.

Per la squadra biancoceleste, finita 12a nella classifica finale, è stato un anno difficile e deludente nonostante la vittoria della Supercoppa Italiana l'8 agosto a Pechino contro l'Inter. In complesso la Lazio ha vinto 11 partite, ne ha pareggiate 13 e ne ha perse 14. Ha messo a segno 39 reti, subendone 43. In trasferta si è imposta 6 volte. Il cannoniere della squadra è risultato Sergio Floccari, preso in prestito dal Genoa nel mercato di riparazione di gennaio, con 12 reti (8 con la Lazio e 4 con i rossoblu liguri), seguito da Tommaso Rocchi con 6. Tra le delusioni della stagione va ricordato l'attaccante Zarate che non è riuscito a ripetere le belle prove della stagione 2008/09. In Serie A vengono promosse il Lecce e dopo 19 anni il Cesena, mentre ai play off è il Brescia ad ottenere il terzo posto valido per la massima serie.