Domenica 20 dicembre 1959 - Ferrara, stadio Comunale - Spal-Lazio 1-1

Da LazioWiki.

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

20 dicembre 1959 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1959/60 - XII giornata

S.P.A.L. : Nobili, Trentini, Bozzao, Micheli, Catalani, Ganzer, Novelli, Massei, Rossi, Balleri, Morbello. All. Baldi.

LAZIO: Cei, Molino, Eufemi, Carradori, Janich, Prini, Mariani, Pozzan, Tozzi (Humberto), Franzini, Visentin. All. Bernardini.

Arbitro: sig. Righetti di Torino.

Marcatori: 52' Tozzi (Humberto), 63' Massei.

Note: visibilità ridottissima per la nebbia, terreno pesante. Leggeri infortuni per Pozzan e Visentin. Calci d'angolo: 6-2 a favore della S.P.A.L.

Spettatori: 10.000 circa.

Cei anticipa Rossi
Un tiro di Morbello contrastato da Janich, alle loro spalle Eufemi

Trasferta insidiosa in Emilia per la Lazio che si trova di fronte una S.P.A.L. che sta viaggiando con il vento in poppa in Campionato. Difesa accorta, centrocampo muscolare, un regista di talento come Massei e due contropiedisti svegli come Morbello e Novelli: sono questi i cardini di quella che viene considerata come una delle più piacevoli sorprese della stagione. Bernardini ritrova dopo diverse settimane due pedine fondamentali come Eufemi e Tozzi. Baldi teme soprattutto il numero 9 brasiliano e prepara per lui una doppia marcatura con Ganzer e Catalani. Dopo un quarto d'ora di studio è Cei il primo dei due portieri ad essere impegnato: forte tiro rasoterra di Morbello bloccato a terra con sicurezza. Al 20' il portiere laziale è tempestivo sui piedi di un Morbello che appare in giornata di gran vena. Al 26' ancora padroni di casa pericolosi con un cross di Novelli che mette in serio imbarazzo la retroguardia romana. A un minuto dal termine però è la Lazio a costruire l'occasione migliore. Pozzan scambia con Tozzi e tira bene in corsa cogliendo il palo esterno di un immobile Nobili. Ad inizio ripresa la nebbia, già fastidiosa al fischio d'inizio, aumenta d'intensità creando molti problemi agli spettatori convenuti al Comunale. Dopo sette minuti arriva il vantaggio della Lazio. Azione promossa da Franzini, finta di Tozzi, Pozzan smista rapido per lo stesso Tozzi che tocca di fino un pallone che risulta fuori dalla portata del portiere spallino. Furiosa è la reazione che ne segue: la Lazio è costretta all'angolo rifugiandosi spesso nei falli per interrompere gli assalti estensi. Punizione fuori di Massei al 59' quindi tre minuti dopo Rossi mette dentro raccogliendo un calcio piazzato di Ganzer. L'arbitro però si accorge di una manina galeotta dell'attaccante e annulla. Il pareggio è nell'aria e giunge puntuale al 63'. Micheli mette in movimento Massei che lesto anticipa Cei pareggiando i conti. D'incanto il clima agonistico si placa. La visibilità è nel frattempo ulteriormente peggiorata e le condizioni per sospendere ci sarebbero tutte, ma l'arbitro anche per l'equilibrio del risultato e del gioco che soddisfa i contendenti, porta a termine la partita. La Lazio si conferma ancora una volta squadra da trasferta. Non considerando il Derby, la squadra di Bermardini non ha ancora mai perso fuori casa.