Serventi Clemente

Da LazioWiki.

Clemente Serventi
da sinistra Mino Balbi di Robecco, Clemente Serventi, Carlo d’Avalose Riccardo Sabbadini, vincitori di un torneo a Napoli negli anni '20
Il necrologio


Pioniere

Portiere, nato a Roma il 7 settembre 1889 ivi deceduto il 19 gennaio 1974. Era alto m 1,71 per 64 kg. Discendente della nobile famiglia dei conti Serventi, che possedevano molti ettari di terreno appena fuori Porta Maggiore e una splendida villa padronale.

Proveniente dal Roman, è il portiere che gioca le finali nazionali contro il Casale della stagione 1913/14. Si alternò con Forlivesi e Rossini tra i pali biancocelesti tra il 1913 e il 1915. Nel 1914 figurava anche nei quadri dirigenziali della società. La partenza per il fronte nel 1915, con il grado di Caporale del Genio Automobilisti, pose termine alla sua carriera calcistica ma non a quella sportiva. Al ritorno, infatti, si dedicò al tennis in maniera professionale tanto da gareggiare nel doppio italiano in alcuni incontri di Coppa Davis. Partecipò anche alle Olimpiadi di Parigi nel 1924. Da ricordare anche che nel 1906, insieme ad altri sportivi, aveva dato vita al Circolo Tennis Parioli. Quando cessò l'attività sportiva, si dedicò a quella imprenditoriale insieme al fratello Alfonso Serventi. Furono loro che nel 1955, sulle ceneri del teatro "La Marmora" di Trastevere, fecero edificare l'allora modernissima sala cinematografica "America".





Torna ad inizio pagina