Bompiani Gen. Giorgio


Il generale Giorgio Bompiani

Patrizio Anconitano Nobile di Tivoli. Tenente Generale. Dirigente negli anni venti e padre di Guglielmo, Valentino e Giorgio (Giorgetto). Nato a Veroli (FR) nel 1854, deceduto a Verona il 18 marzo 1934. Diviene Presidente Generale della S.P. Lazio dopo le dimissioni di Fortunato Ballerini nel marzo 1922. Restò in carica fino al 1924, quando gli successe Giorgio Guglielmi. Ebbe il delicato compito di dirigere la Lazio dopo la lunga e illuminata presidenza di Fortunato Ballerini.

Così si espresse in occasione della morte del figlio primogenito nella Grande Guerra: La mia famiglia ha pagato il più grave dei tributi con la perdita del mio primogenito Giorgetto, eroicamente morto guidando la sua compagnia all'assalto d'una trincea nemica fra Castelnuovo di Sagrado e Pollezzo oltre l'Isonzo il 30 luglio 1915 dopo aver dato prova d'insuperabile ardimento in altro assalto due giorni prima. Non vanità, obbligo sacrosanto io considero imprimere nelle menti vostre, miei figli vicini e lontani, il rispetto a queste memorie che più tardi sarebbe assai più difficile raccogliere ed accertare, il consacrare alla vostra ammirazione perenne, al vostro culto affettuoso il ricordo di questo giovine, cagione a noi d'inconsolabile dolore e di fierissimo orgoglio".