Domenica 11 febbraio 1968 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Monza 3-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

11 febbraio 1968 - Campionato di Serie B 1967/68 - XXIII^ Giornata

Lazio: Di Vincenzo, Zanetti, Adorni, Ronzon, Soldo, Governato, Fortunato, Carosi, Fava, Cucchi, Dolso. A disp.: Cei. All. Gei.

Monza: Ciceri, Perego, Magaraggia, Maldera (I), F.Fontana, Beltrami, Ferrero, Prato, Strada, Sala, Costanzo. A disp.: Fattori. All. Radice.

Arbitro: Canova (Milano).

Marcatori: 44' Governato, 46' Fava, 65' Dolso.

Note: cielo coperto, temperatura mite; terreno in buone condizioni. Ammonito Fontana per gioco scorretto. Calci d'angolo: 5 a 1 per la Lazio.

Spettatori: 18.000 con 13.350 paganti e 5.300 abbonati per un incasso di £.12.892.000.

La "papera" di Ciceri sul tiro di Fava che porta al raddoppio della Lazio
Dolso insacca il goal del 3-0

La Lazio torna al successo dopo un'astinenza di due mesi e lo fa realizzando addirittura tre reti. I biancocelesti non andavano a segno dalla trasferta di Bari (rigore di Fortunato) e l'ultimo goal su azione lo avevano realizzato proprio nella loro ultima vittoria ottenuta sul Venezia (10 dicembre). Tre segnature in una sola volta non capitavano dal 24 aprile 1966 quando Sacco, Bartù, e Rozzoni avevano regolato il Cagliari di Gigi Riva. Il Monza scende a Roma sull'entusiasmo di una striscia positiva di risultati e sin dalle prime battute mette in mostra un gioco ordinato che vede al suo vertice il ventenne Sala, uno degli emergenti del calcio Italiano. Dopo un tentativo laziale con indecisione di Governato e un dubbio fallo in area su Fava, i brianzoli si rendono pericolosi con Ferrero prima e poi con Costanzo il cui tiro cross viene sventato con abilità da Di Vincenzo. Al 12', dopo una combinazione Carosi-Fava, Fortunato cannoneggia trovando una fortunosa deviazione di un difensore. Poco dopo Dolso serve Cucchi il cui pallonetto si perde pochi centimetri sopra la traversa. Passato il 20' Lazio decisa in avanti ma Carosi, Fortunato e Cucchi difettano in precisione. Alla mezz'ora show di Sala, ma il portiere biancoceleste non si lascia sorprendere, e quindi un tiro di Costanzo è fuori di un soffio. Al 40' Cucchi riceve da Soldo e spara violento: Ciceri si salva con molta difficoltà. Proprio allo scadere arriva il vantaggio. Pallone da Cucchi a Carosi e da questi a Governato che trova l'angolo di un Ciceri che appare in ritardo sulla conclusione del "Professore". Alla ripresa arriva immediato il secondo goal. Fortunato crossa al centro per Fava che mette palla a terra e calcia forte: Ciceri si lascia sfuggire goffo il pallone che rotola alle sue spalle. Il portiere, frastornato dall'errore commesso, poco dopo non ne combina un'altra salvandosi per caso da un pallonetto di Cucchi. Al 65' Dolso corona la sua ottima esibizione raccogliendo un passaggio ficcante di Adorni e scaricando in fondo alla rete un tiro violento di collo sinistro. La squadra di Gei sfiora più volte la quarta segnatura, ma i tifosi, visti i magri precedenti, sono alla fine più che entusiasti del bottino di giornata. Buona la prova della difesa con un Adorni una spanna più in alto dei colleghi di reparto, bene il centrocampo con un Carosi posizionato più indietro rispetto a Governato schierato a ridosso delle punte. Ottimo il lavoro in avanti di Fortunato e di Dolso i cui numeri hanno esaltato gli sportivi accorsi al Flaminio.