Domenica 13 ottobre 1929 - Genova, stadio Marassi via del Piano - Genova 1893-Lazio 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

13 ottobre 1929 - Campionato di Serie A 1929/30 - II giornata - inizio ore 15.00.

GENOVA 1893: De Prà, Lombardo, Moruzzi, Barbieri I, Albertoni, Gilardoni, Puerari, Bodini I, Banchero I, Chiecchi III, Levratto. All. De Vecchi.

LAZIO: Sclavi, Tognotti, Bottacini, Pardini, Furlani, Caimmi, Cevenini V, Spivach, Pastore, Rier, Okely III. All. Piselli.

Arbitro: sig. Barlassina di Novara.

Marcatori: 34' Chiecchi III, 65' Bodini I.

Note: n.d.

Spettatori: n.d.

Splendida uscita di Sclavi
Una parata di Sclavi
La Lazio in campo prima della gara persa. In piedi da sinistra: Cevenini V, Spivach, Pastore, Rier, Okely III; in ginocchio: Pardini, Furlani, Caimmi; seduti: Tognotti, Sclavi, Bottacini
Il secondo goal del genoano Bodini
Da "Lo Sport Fascista" un breve resoconto della gara

Il Genova ha vinto regolarmente il suo primo incontro in casa propria, dopo aver dominato la compagine laziale per due terzi della partita. Bisogna però dire che, mentre la Lazio chiusa dalla maggior classe degli avversari, ha dato quanto poteva, il Genova ha dimostrato di non essere ancora a punto e di aver bisogno di lavorare assai perché i suoi uomini trovino l'intesa necessaria. La Lazio ha avuto il suo miglior reparto nella linea difensiva ed i suoi esponenti più ammirati nel portiere Sclavi, che ha salvato alcune situazioni disperate, e nei centro sostegno Furlani, instancabile ed attivo. Buoni anche i terzini, mentre l'attacco, velocissimo, è stato poco preciso. Del Genova i migliori uomini sono stati Barbieri, Gilardoni, Chiecchi e Levratto. Albertoni ha giuocato in ombra e Banchero ha dimostrato di aver ancora bisogno di affiatarsi con i suoi compagni di linea. Arbitrata da Barlassina di Novara, la partita — che è sempre stata giuocata correttamente e cavallerescamente — si è svolta alla presenza di grande pubblico. Dopo un iniziale predominio della Lazio, il Genova ha preso il comando del giuoco segnando al 34.o con Chiocchi su allungo di Barbieri. Al 19.o del secondo tempo, Bodini ha raccolto un impeccabile centro di Levratto ed ha girato nella rete romana il secondo pallone. Eccellente l'arbitraggio di Barlassina.

Fonte: La Stampa