Domenica 15 maggio 1904 - Roma, Piazza d'Armi - Lazio-Virtus 3-0


Stagione

15 maggio 1904 - Amichevole


LAZIO: Volpi, Grassi, Grifoni, Pollina, D'Amico, Mariotti, Pellegrini, Ricci, Ancherani, Masini (Pizzarda), Golini.

VIRTUS: non si conosce la formazione della Virtus ma di essa facevano parte sicuramente Vastmistkof, Monarchi, Venarucci e Corelli (forse Corrado). Dalle scarne cronache si può dedurre che non tutti i giocatori virtussini fossero soci della società.

Arbitro: Sig. Quagliotti.

Marcatori: alcune fonti riportano tre goal di Ancherani.

Note: l'incontro si è svolto in due tempi da 40'.

Spettatori: pubblico numerosissimo.


1904
Nonostante l'accuratissima ricerca storica di Piero Strabioni pubblicata sul libro Calcio Romanus Sum (ed. NB, novembre 2006), che dimostra come la prima partita della Lazio fu giocata nel maggio 1904 contro la Virtus, lo stesso socio fondatore e giocatore di quella gara Tito Masini, in questa dichiarazione del 1964, porta al 1902 la data di quell'incontro, conformemente a quanto sempre ritenuto da vari autori
"Il Messaggero" del 16 maggio 1904 riporta la notizia della partita Lazio-Virtus
L'articolo inerente la gara riportato sulla Gazzetta dello Sport del 20 maggio 1904

Questa storica partita, che alcune fonti indicano come giocata il 15 maggio del 1902, è considerata come il primo atto assoluto del gioco del calcio a Roma. Tuttavia (vedi boxino nella pagina) le testimonianze che collocano un Lazio-Virtus nel 1902 sono molte ed autorevoli, pur in assenza di una documentazione. Nella sua "Storia della Lazio" del 1969, Mario Pennacchia tratta dettagliatamente di quella partita e fornisce una formazione della Lazio identica a quella del presente tabellino. Curiosa anche la coincidenza di date (15 maggio 1902 - 15 maggio 1904) e risultato (3-0). A nostro parere, ferma restando l'incontestabilità storica della partita del 15 maggio 1904, è più che possibile che nel 1902 si sia disputato un altro Lazio-Virtus, in cui figurava tra gli altri un tale Cammarota nella Virtus e conclusosi con una tripletta di Sante Ancherani, e che alcuni dati delle due partite siano stati confusi tra loro. In ogni caso, la necessità di documentare gli eventi, che deve essere alla base di ogni seria ricerca storica sul calcio, non ci consente di "convalidare" la partita del 1902 come prima assoluta della Lazio e del calcio romano, anche se a nostro parere tale partita ebbe effettivamente luogo.


Tratto da Il Messaggero del 16 maggio 1904:

Ieri mattina in Piazza d'Armi ebbe luogo il "match" di foot-ball tra la prima squadra della società podistica "Lazio" e una squadra di giovani per la maggior parte del club sportivo "Virtus". Assisteva un pubblico numerosissimo. Nei primi venti minuti la squadra della "Lazio" segna al suo attivo due goals e il cambiamento del campo avviene senza altro spostamento. Alla metà della prima ripresa i giuocatori della "Lazio" marcano ancora un altro goal, quindi viene concesso il riposo di 10 minuti. Nella seconda parte del "match" non vengono fatti goals quantunque la "Lazio" minacci lungamente e seriamente la parte avversaria, di modo che al termine degli 80 minuti stabiliti la "Lazio" viene dichiarata vincitrice con tre goals a zero. I giocatori di questa società portano in trionfo il loro capitano Ancherani che ha giuocato in modo insuperabile. Si distinsero dalla parte della "Virtus l'inglese Vastmistkof, Corelli, Monarchi e Venarucci; dalla parte della "Lazio" Ancherani, Golini, Pellegrini e Grassi. La prima squadra della "Lazio" era così composta: Primi: Golini - Pizzarda - Ancherani (capitano) - Ricci - Pollina - secondi: Mariotti - D'Amico - Pellegrini - terzi: Grifoni - Grassi - portiere: Volpi.


Tratto dalla Gazzetta dello Sport del 20 maggio 1904:

Roma, 15 - (Guy) - Questa mattina in Piazza d'Armi ha avuto luogo il match di foot-ball tra la prima squadra della Società Podistica Lazio e una squadra del Club Sportivo Virtus composta anche di non soci, tra i quali l'inglese Vastmiskof, eccellente giuocatore, molto superiore agli altri componenti la squadra. Il match doveva avere la durata di 80 minuti diviso in due riprese di 40, col riposo di 10 minuti fra una ripresa e l'altra e col cambiamento di campo ogni 20 minuti. Funziona da arbitro l'egregio signor Quagliotti. Nei primi 20 minuti la squadra della Lazio segna al suo attivo due goals. Sono molto notati i forwards di questa squadra per la velocità e per la destrezza, in ispecie l'Ancherani giuocatore impareggiabile. Alla metà della prima ripresa è ancora la squadra del Lazio che marca un altro goal; quindi viene concesso il riposo stabilito di 10 minuti. Nella seconda parte del match non vengono fatti goal, quantunque la Lazio minacci lungamente e seriamente la porta avversaria, tanto che due stupendi calci dati dall'Ancherani mandando la palla a battere contro i pali della detta porta e la rimettano in giuoco. Questa seconda ripresa però ha valso a far distinguere l'inglese Vastmiskof, vero tipo dei puro sangue, flemmatico, abilissimo, un gran giuocatore. Al termine degli 80 minuti fissati la Lazio viene dichiarata vincitrice con tre goals a zero ed i giuocatori di questa Società portano in trionfo il loro capitano Ancherani che si è dimostrato insuperabile. Si distinsero dalla parte della Virtus l'inglese Vastmiskof, Corelli, Monarchi e Venarucci; dalla parte della Lazio Ancherani, Golini, Pellegrini e Grassi. La prima prima squadra della Lazio era così composta:

illegibile - Golini, Pizzarda, Ancherani (capitano), Pollino, Ricci.

Half-backs - Mariotti, D'Amico, Pellegrini.

illegibile - Grifoni, Grassi

Portiere - Volpi.

Nota: nel 1904 fu pubblicato e reso operante il Regolamento del Gioco del Calcio.



La formazione biancoceleste



Stagione Torna ad inizio pagina