Domenica 16 marzo 1969 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Ternana 3-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

16 marzo 1969 - Campionato di Serie B 1968/69 - XXIV giornata

LAZIO: Fioravanti, Zanetti, Facco, Governato, Soldo, Marchesi, Massa, Mazzola (II), Fortunato, Ghio, Morrone (63' Dolso). A disp.: Leardi. D.T. Lorenzo. All. Lovati.

TERNANA: Germano, Pandrin, Bonassin, Corelli, Nicolini, Marinai, Cardillo, Casisa, Rozzoni, F.Liguori, Meregalli. A disp.: Lugarà, Imperi. All. Viciani.

Arbitro: Sig. Possagno di Treviso.

Marcatori: 8' Fortunato, 50' Morrone, 77' Meregalli (rig), 85' Mazzola (II).

Note: cielo coperto con qualche sprazzo di sole, temperatura mite; terreno leggermente allentato. Espulso Pandrin. Ammoniti: Massa, Zanetti e Corelli. Calci d'angolo: 5-4 a favore della Lazio.

Spettatori: 30.000 circa con 22.013 paganti e 6.170 abbonati per un incasso di £. 37.426.800.

Una Lazio in grande progresso batte nettamente la Ternana vendicando così la brutta sconfitta rimediata all'andata. Lorenzo, divenuto cittadino italiano il giorno prima e in attesa delle carte federali per sedere in panchina, ha da poche ore sottoscritto il contratto che lo lega alla Società biancioceleste per la prossima stagione con opzione anche per la successiva; i suoi calciatori lo festeggiano con una prova entusiasmante. All' 8', dopo essere già stata pericolosa, la Lazio passa. Stupendo assolo di Morrone e fucilata che Germano non trattiene: pallone raccolto da Fortunato che gode di un rimpallo favorevole e mette in rete. La squadra non si ferma e Soldo colpisce la parte alta della traversa. Ancora un'occasione ragguardevole alla mezz'ora con Mazzola (II) su cui il portiere ospite rimedia in angolo. Al 35' il grande ex Rozzoni si rende pericoloso di testa e la Ternana per qualche minuto è viva in avanti. A un minuto dal termine Pandrin colpisce Mazzola (II) a gioco fermo e viene estromesso dalla contesa dal rosso di Possagno. Al 50' Morrone, autore sin lì di una prova eccellente, porta a due le reti segnate. Su suggerimento di Massa, il "gaucho" galoppa verso Germano che trafigge con un violento tiro a mezz'altezza. Il doppio vantaggio non placa la Lazio e un gran tiro di Fortunato si spegne sulla rete esterna. Al 77' i rossoverdi accorciano le distanze con un rigore di Meregalli concesso per trattenuta di Zanetti ai danni dello sgusciante Cardillo. Partita riaperta e ancora Cardillo pericoloso, ma all'85' Mazzola (II) fa passare tutte le paure con un piccolo gioiello personale. "Uccio" riceve da Fortunato, elude con due finte altrettanti avversari, e dal limite dell'area rende vano il tuffo di Germano con un violento diagonale. Arrivano due punti importanti, surrogati da un'ottima prestazione. I risultati che arrivano peraltro dagli altri campi aumentano l'euforia perché tutte le altre squadre di vertice pareggiano.





Torna ad inizio pagina