Domenica 17 ottobre 1971 - Cesena, stadio La Fiorita - Cesena-Lazio 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

17 ottobre 1971 - 1697 - Campionato di Serie B 1971/72 - IV giornata - calcio d'inizio ore

CESENA: Ciappi, Ceccarelli, Ammoniaci, Luchitta, Berni, Scorsa, Cattaneo, Festa, Listanti, Brignani, Canzi. A disp. Giorgini, Catania. All. Radice.

LAZIO: Bandoni, Facco, Oddi, Wilson, Papadopulo, Martini, Massa, Nanni (74' Gritti), Chinaglia, Fortunato, Dolso. A disp. Di Vincenzo. All. Maestrelli.

Arbitro: Gialluisi (Barletta).

Marcatori: 3' Festa.

Note: espulsi al 60' Fortunato e Festa per reciproche scorrettezze, al 81' Dolso per gioco falloso. Ammonito Martini. Calci d'angolo: 7 a 4 per il Cesena.

Spettatori: 8.400 paganti e 1.600 abbonati per un incasso di £. 12.312.800 (record del Cesena in campionato).

Listanti tenuto a guardia da Papadopulo
Il titolo del Messaggero del 18/10/71
Duello aereo tra Chinaglia e Berni

Trasferta amara in Romagna per la Lazio al termine di un incontro dai toni agonistici assai infuocati. Padroni di casa subito in vantaggio al 3' quando Festa gira al volo un calcio d'angolo battuto da Cattaneo: la palla entra con violenza all'incrocio dei pali senza che Bandoni possa farci nulla. Il dinamismo dei giocatori di Gigi Radice mette in crisi i romani che soprattutto a centrocampo mostrano le lacune più evidenti. Sono pochi così i rifornimenti in avanti dove Chinaglia si agita come un leone in gabbia trovando solo in Massa una saltuaria assistenza. Al 23' è proprio il numero 7 a mettere il pallone alle spalle di Ciappi con una girata di destro, ma Gialluisi annulla ravvisando una posizione di fuorigioco assai dubbia considerando anche che il guardalinee non ha alzato la bandierina. La partita per l'episodio comincia a divenire nervosa e quando Martini, già ammonito in precedenza, scalcia Festa succede il finimondo. Parapiglia in campo e di lì a poco anche in tribuna con una scazzottata gigantesca che coinvolge i tifosi delle opposte fazioni. Nella ripresa Lazio in avanti per rimediare e un colpo di testa di Massa sorvola di un niente la traversa. Ma il Cesena riprende subito il comando delle operazioni e va alla conclusione con molta facilità. Bandoni è costretto agli straordinari con tre interventi importanti su conclusioni di Brignani, Listanti e Luchitta. Partita che via via diventa sempre più nervosa e Gialluisi estrae il cartellino rosso per Fortunato e Festa, rei di alcuni colpi violenti. Maestrelli decide a quindici dal termine di avanzare Wilson in avanti e il libero con un colpo di testa sfiora il pareggio. Lazio in nove all'81' con Dolso espulso per un fallo non vistoso su Luchitta. Ancora Cesena pericoloso con l'inarrestabile Scorsa al quale il portiere biancoceleste risponde con un intervento d'applausi. Al 90' potrebbe scapparci il pareggio quando su calcio d'angolo battuto da Gritti svetta la testa di Facco: il pallone supera l'estremo bianconero, ma sulla linea Scorsa respinge lontano.