Domenica 19 gennaio 1947 - Trieste, stadio Pino Grezar - Triestina-Lazio 2-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

19 gennaio 1947 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1946/47 - XVII giornata

TRIESTINA: Striuli, Antonini, Gratton, Presca, Zorzin, Radio, Zanella, Rossetti, Persi, Englaro, Urbani.

LAZIO: Gradella, Cassano, Antonazzi, Brunetti, Sessa, Ferri, Puccinelli, Magrini, Koenig, Ispiro, Flamini.

Arbitro: sig. Camiolo di Milano.

Marcatori: pt 9' Puccinelli, 29' Cassano (aut), 34' Englaro (rig), st 35' Magrini.

Note: spettatori 12.000. Giornata quasi primaverile, terreno soffice. Calci d'angolo 3 a 2 a favore della Lazio.

dal Messaggero :La cronaca della gara

La Triestina ha cominciato benissimo la partita e per tutto il pt ha attaccato mettendo alla corda la Lazio. Il vantaggio acquisito nei primi 45 minuti doveva essere consolidato nella ripresa con la stessa tattica iniziale: attaccare senza sosta e approfittare della giornata di scarsa vena del reparto difensivo biancoceleste. Ciò non è stato fatto e la Lazio, umilmente, ha cominciato ad applicarsi per raggiungere il pareggio. Il risultato ha lasciato l'amaro in bocca agli alabardati, ma i romani non hanno rubato nulla, come dimostra l'analisi della partita. Questa è stata veramente interessante e nella seconda metà del pt anche entusiasmante. La Lazio ha messo in mostra un ottimo reparto avanzato e Magrini si è distinto per velocità e pericolosità. E' giusto, pertanto, che il goal del pareggio veda la sua firma. Discreta la mediana, in difficoltà, come già detto, la difesa. Della Triestina resta poco da dire: ha giocato un magnifico primo tempo ed è calata paurosamente nella ripresa. Gratton è stato il migliore del blocco difensivo. Zorzin al centro della mediana ha reso assai bene, fino a che è stato toccato duro ma fortuitamente da un avversario. Persi, in attacco, con le sue puntate ha liberato al tiro i suoi compagni di reparto specialmente nel pt per poi rallentare nel st perché esausto. I laziali passano in vantaggio al 9' quando Sessa imbecca Ispiro e questi serve Flamini che crossa per Puccinelli. L'ala, ottimamente posizionata, tira in porta e il pallone coglie la parte interna della traversa per poi sbattere sulla schiena di Striuli e superare di poco la linea fatale. L'arbitro concede giustamente il goal, nonostante le proteste dei giuliani che sostengono il non superamento della medesima. La reazione della Triestina è vivacissima e prima Persi e poi Rossetti mettono in difficoltà Gradella che salva con ottime parate la sua porta. Nulla può il portiere quando un tiro di Englaro da venti metri incoccia la testa di Cassano e spiazza imparabilmente il guardiano biancoceleste. Il pareggio mette le ali ai triestini che mettono sotto pressione la retroguardia ospite. Al 34' Cassano si sostituisce al proprio portiere e para un tiro di Urbani. Il conseguente rigore permette ad Englaro di portare in vantaggio, con merito, la propria squadra. La ripresa mostra la Lazio tesa alla ricerca del pareggio e la Triestina comincia a soffrire sotto i colpi decisi degli avanti romani. Al 32' e al 34' Magrini con tiri pericolosissimi sfiora la rete. Al 35', però, centra il bersaglio su azione d'angolo. Koenig su corner lo pesca libero tra i due terzini avversari e l'attaccante mette in rete. Gli ultimi 10 minuti vedono in campo solo la Lazio che cerca invano il goal della vittoria.