Domenica 25 dicembre 1927 - Padova, - Padova-Lazio 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

25 dicembre 1927 - 211. Campionato della Divisione Nazionale 1927/28 girone A - XIII giornata

PADOVA: Latella, Danieli, Piasentin, Zanninovich, Wifling, Favaron, Geremia, Serdoz, Vecchina, Monti II, Veronese

LAZIO: Sclavi, Bottacini, Zannelli, Berti (II), Pardini, Cappa, Fenili, Bodrato, Sanero, Filippi, Ottier - All. Sedlaceck

Arbitro: sig. Serra di Bologna

Marcatori: 66’ Sendoz I, 70’ Vecchina

Note: Filippi ha giocato la gara in condizioni precarie. A fine partita è stato necessario effettuargli delle punture di morfina per placare i dolori ad una gamba.

La formazione laziale: Sclavi, Filippi, Bodrato, Sanero, Zannelli, Bottacini, Fenili, Pardini, Ottier, Berti; Cappa
25dic27a.jpg
Un'altra immagine della formazione biancoceleste
Il sorteggio del campo

Sulla Gazzetta dello Sport: Il Padova manca di Fayenz, che domani si sposa. La Lazio frena le azioni padovane per 66 minuti coadiuvata anche dalla pesantezza del terreno. La difesa ospite ha ragione sugli attaccanti del Padova che, trovandosi in equilibrio instabile, sono limitati nelle loro acrobazie e sbandati tecnicamente. Sclavi dà sfoggio delle sue ottime doti accoppiate a un non comune coraggio. Perfino Vecchina sciupa almeno due ottime occasioni. I bianco-rossi sono nettamente superiori, ma finché non viene rotto l’assedio i romani conducono una lodevole partita. Segna prima Serdoz e poi raddoppia Vecchina, ma i biancocelesti non si piegano ed avrebbero modo di salvare almeno l’onore se non facesse loro difetto ogni precisione di tiro in porta e quindi il punteggio non muta.