Domenica 8 gennaio 1928 - Roma, campo Rondinella - Lazio-Genoa 1-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

8 gennaio 1928 - 212. Campionato della Divisione Nazionale 1927/28 girone A - XIV giornata

LAZIO: Sclavi, Bottacini, Canestri, Paganini, Nesi, Cappa, Cevenini V, Bodrato, Sanero, Pardini, Fenili. All. Sedlaceck.

GENOA: De Prà, Lombardo, De Vecchi, Barbieri I, Burlando, Parodi, Puerari, Bodini I, Catto, Chiecchi III, Levratto.

Arbitro: sig. Mangano di Milano.

Marcatori: 41' Bodrato; 49' Levratto, 65' Levratto.

Note: pubblico numerosissimo.

Sulla Gazzetta dello Sport: I laziali hanno giocato un primo tempo elettrizzante, da dominatori; la quadrata compagine genoana, presa in velocità e superata nell'iniziativa, ha dovuto difendersi quasi di continuo, e se non ci fossero state le pronte e meravigliose parate di De Pra e le energiche respinte dei suoi terzini, la Lazio avrebbe potuto chiudere il primo tempo con un vantaggio ben più sensibile dell'unico goal segnato da Bodrato su lancio di Cevenini (V). Ma il riposo ha fatto male ai romani, infatti nei primi venti minuti della ripresa il Genoa si è disteso e, facendo appello alla classe superiore dei suoi e venendo a mancare la foga e lo spirito che erano state prima le caratteristiche vincenti dei romani, ha avuto ragione di quest'ultimi grazie ad una doppietta di Levratto. Successivamente la squadra laziale si è buttata con rinnovata lena al contrattacco, ma la difesa genoana e l'arbitro, che sorvola su un fallo di mano di Lombardo in area genoana, fanno in modo che non accada null'altro nonostante le grida del pubblico. Nella Lazio era assente Lamon (I) per infortunio.