Domenica 25 settembre 1960 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Bologna 1-3


Stagione

Turno successivo

25 settembre 1960 - Campionato di Serie A 1960/61 - I giornata

LAZIO: Lovati, Lo Buono, Del Gratta, Carradori, Janich, Fumagalli, Bizzarri, Mariani, Rozzoni, Ferrario, Mattei. All. Bernardini.

BOLOGNA: Santarelli, Rota, Pavinato, Cappa, Tumburus, Fogli, Perani, Bulgarelli, Vinicio, Campana, Renna. All. Allasio.

Arbitro: sig. Grignani di Milano.

Marcatori: 6' Mattei, 10' Campana, 50' Bulgarelli, 75' Campana.

Note: cielo parzialmente coperto, terreno in buone condizioni. Calci d'angolo: 9-5 a favore della Lazio.

Spettatori: 27.000 circa con un incasso di £.11.000.000.

Per la prima di Campionato, la Lazio scende in campo senza poter contare su diversi elementi infortunati e con una forma che le ultime amichevoli hanno dimostrato di essere precaria. Il Bologna, privo di Pascutti, è reduce da un faticoso successo in Coppa Italia con il Lecco. Dopo le prime fasi di studio, l'incontro si sblocca al 6'. Bizzarri fugge sulla destra e mette al centro: Mattei spara a rete trovando inizialmente l'opposizione della schiena di Rota e quindi al secondo tentativo la gioia del goal, che è anche il primo dell'intero Campionato. Vinicio riporta subito in avanti i suoi e un suo cross per Perani è interrotto da una grande uscita volante di Lovati. Al 10' gli ospiti agguantano il pari. Dialogo Bulgarelli-Renna e cross di quest'ultimo che Campana, lasciato in completa solitudine, converte in rete con un facile colpo di testa. Nei minuti che seguono due tentativi di un pimpante Rozzoni che non vanno a bersaglio di poco. Al 21' da un corner calciato da Bizzarri, Fumagalli impegna Santarelli in una difficile deviazione in angolo. Cinque minuti più tardi un episodio sfortunato per i biancocelesti: Rozzoni centra l'incrocio dei pali dopo un bel guizzo di Mattei.

Il Bologna non rimane a guardare e dopo un'occasione nei piedi di Bulgarelli centra al 40' un palo con Perani, al tiro dalla breve distanza. Poco prima del 45' grande risposta di Lovati su conclusione perentoria di Campana. Al ritorno in campo Lazio in avanti con vivacità e puntiglio, ma sono i petroniani a passare. Fogli serve su punizione un pallone in verticale per Bulgarelli che realizza con un dosato diagonale. I romani non demordono e stringono d'assedio l'area avversaria. Allasio arretra Bulgarelli all'altezza dei suoi laterali per consentire una maggiore robustezza a metà campo. Al 67' bolide dell'incisivo Mattei e bella risposta in tuffo di Santarelli. Al 75' terza rete degli emiliani. Passaggio filtrante di Bulgarelli per Campana che entra in area e supera Lovati. Grosse proteste dei giocatori di Bernardini che invocano il fuorigioco, ma Grignani non vuol sentire ragioni e convalida il punto. Dieci minuti finali con la Lazio letteralmente scatenata. All'82' imbeccata di Ferrario per Mariani che tutto solo calcia fuori. Seguono i tentativi di Mattei e di Rozzoni sui quali Santarelli rimedia con efficacia. Finisce con una sconfitta che solleva molti interrogativi e tante preoccupazioni. L'organico della Lazio appare incompleto e il gioco latita: tutto questo in un momento di grave disagio societario.