Domenica 26 febbraio 1950 - Bari, Stadio della Vittoria - Bari-Lazio 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

26 febbraio 1950 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1949/50 - XXVII giornata

BARI: Cortigiani, Pietrasanta, Stellin, B.Sárosi (III), Carlin, Canonico, Bonini, Sentimenti (V), Voros, Cassani, Zoppellari. All. Sárosi.

LAZIO: Sentimenti (IV), Antonazzi, Furiassi, Alzani, Remondini, Sentimenti (III), Arce, Magrini, Hofling, Flamini, Penzo (I). All. Sperone.

Arbitro: sig. Gamba di Padova.

Marcatori: pt 17' Arce, 19' Voros, 27' Cassani.

Note: spettatori 11500. Cielo coperto, vento di scirocco. Terreno buono. Calci d'angolo 3 a 2 a favore della Lazio.

I tre fratelli Sentimenti ritratti all'inizio della partita. Da sinistra Sentimenti (V) che gioca nel Bari, e i due laziali Sentimenti (IV) e Sentimenti (III).
Un'altra foto dei fratelli Sentimenti insieme ad un'altro giocatore del Bari
Hofling anticipato dal portiere barese

Ventisette minuti di grande calcio giocato a ritmi vertiginosi. Goal ed emozioni a ripetizione per mezz'ora. Un lieve rallentamento si è verificato fino al termine del tempo. Nel secondo praticamente si è giocato a ritmi blandissimi. Questa la stramba partita svoltasi allo stadio della Vittoria. Del resto la Lazio era stanca, soprattutto mentalmente, per le ultime tesissime partite sostenute, mentre il Bari era alla ricerca di utili punti per la sua classifica. La Lazio ha pagato anche la cattiva condizione fisica di Remondini che è sceso in campo dolorante e quando Leandro non può dare il suo solito contributo ne risente tutto il reparto. Alzani è stato troppo impegnato a tentare di rendere inoffensiva la coppia Zoppellari-Cassani e Sentimenti (III) quella formata da Bonini-Sentimenti (V). Gli attaccanti, pertanto, sono rimasti presto privi di rifornimenti e solo la bravura di Arce, Hofling e Flamini ha potuto impensierire la difesa biancorossa. Nel Bari hanno brillato il giovane portiere Cortigiani, una sicura promessa, il rientrante Pietrasanta, l'esperto Sárosi (III), l'entusiasmante Zoppellari e un Sentimenti (V) in gran forma. Il Bari è partito di slancio per sorprendere l'avversaria e gia al 10' Sentimenti (V) sfiora il successo. Al 17' Hofling crossa dalla fascia; Stellin interviene invece di lasciare il pallone al suo portiere; la sfera giunge ad Arce ben appostato e il sudamericano appoggia in rete. Passano 2 minuti e il Bari pareggia: questa volta tocca a Sentimenti (V) crossare per Voros che s'infila tra Antonazzi e Remondini e supera Sentimenti (IV). Al 22' Zoppellari sfiora il goal con un colpo di testa. Al 27' ancora Sentimenti (V) traversa verso il centro dell'area laziale. Cassani entra con perfetta scelta di tempo e batte il portiere romano. Seguono un battibecco tra Arce e Stellin e un tiro di Penzo (I) parato brillantemente da Cortigiani. Il secondo tempo è molto noioso. Azioni senza costrutto e una specie di ping-pong continuo senza alcuna finalizzazione. All'8' Magrini serve Arce che fallisce la mira. Al 19' Furiassi carica in modo sospetto Bonini in area, ma l'arbitro fa proseguire. Al 30' e al 31' Arce prima impegna Cortigiani e poi colpisce il palo. Poi Sentimenti (V) ha sventato un grosso pericolo nella sua area. Al 35' una manovra combinata tra Sentimenti (III) e Hofling mette in risalto le ottime capacità del giovane portiere Cortigiani. Nulla più da segnalare fino al termine.