Domenica 27 novembre 1927 - Torino, - Torino-Lazio 3-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

27 novembre 1927 - 207. Campionato della Divisione Nazionale 1927/28 girone A - VIII giornata

TORINO: Bacigalupo, Vincenzi, Martin II, Colombari, Janni, Martin III, Baloncieri, Vezzani, Libonatti, Rossetti, Franzoni.

LAZIO: Sclavi, Canestri, Bottacini, Paganini, Pardini, Berti (II), Ottier, Bodrato, Sanero, Lamon (I), Fenili - All. Sedlaceck.

Arbitro: sig. Rovida di Milano.

Marcatori: 78’ Colombari, 81’ Baloncieri, 83’ Baloncieri.

Note: pubblico numerosissimo. Giornata grigia.

Sulla Gazzetta dello Sport: La Lazio resiste per ottanta minuti alla pressione granata. Una roccaforte assediata, i difensori si battono strenuamente tentando spesso la disperata uscita, gli assedianti sono però inesorabili e martellano continuamente per provocare la capitolazione. Tutto questo per 78 minuti, poi il colpo di ariete, la difesa vacilla, poi crolla dando modo ai vittoriosi di consolidarsi sulla posizione faticosamente conquistata. Così è stato oggi nella partita Torino-Lazio. Gli atleti romani sono riusciti ad arginare i più autorevoli avversari per ben tre quarti della partita, spesso aiutati dalla fortuna e sfruttando la non perfetta intesa delle linee granata, ma al 33’ del secondo tempo i granata trovano la via grazie ad un prodigioso e tempestivo balzo di Colombari che raccoglie un corner, battuto magistralmente da Vezzani, ed insacca violando la porta di Sclavi; poi i laziali hanno subìto altri due gol nello spazio di cinque minuti. Prima Baloncieri ha segnato con un tiro violento rasoterra e poi lo stesso ha dribblato mezza difesa laziale ed ha portato a tre le reti toriniste. Tuttavia la squadra romana ha disputato un match lodevole, la difesa ha prevalso sul gioco delle altre linee; i sostegni hanno dato l’impressione di essere sbandati e poco precisi, ma in compenso hanno giocato un buon secondo tempo; la prima linea è risultata, invece, deficiente in coesione ed imprecisa nel tiro, Sclavi ha effettuato una parata miracolosa al 17’ su tiro di Vezzani. Il Torino, quantunque il punteggio sia indicativo della sua netta superiorità, non ha giocato una delle sue migliori partite soprattutto perché ha tardato molto prima di raggiungere lo scopo; si è notata comunque l’ottima forma di Colombari e Martin III, mentre il debuttante Janni, reduce da un lungo infortunio, ha un po’ deluso le aspettative, bene i terzini e Bacigalupo per le due grandi parate al 18’ ed al 20’ del primo tempo. Inoltre va rimarcato anche che, sullo 0-0, Rossetti aveva colpito la traversa.

La formazione laziale