Domenica 2 febbraio 1986 - Roma, stadio Olimpico – Lazio-Bologna 0-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

2 febbraio 1986 - 2266 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie B 1985/86 - XXI giornata

LAZIO: Ielpo, Podavini, Spinozzi, Galbiati, Calcaterra, Fonte, G.Corti, Vinazzani (78' Toti), Fiorini (57' Poli), Dell'Anno, Garlini. A disp. Malgioglio, Filisetti, G.Damiani. All. Simoni.

BOLOGNA: Zinetti, Luppi, Ottoni, F.Ferri, Quaggiotto, Bellotto, Marocchi (81' Marocchino), E.Nicolini, Pradella, (89' Fida), Sorbi, Marronaro. A disp. Cavalieri, De Vecchi. All. Mazzone.

Arbitro: Luci (Firenze).

Note: sole all'inizio, pioggia nel finale. Espulso Marronaro al 75'. Ammoniti: Marocchi, Dell'Anno, Bellotto, Pradella e Galbiati. Angoli 5-3 per il Bologna.

Spettatori: 25.000 circa di cui 10.105 paganti per un incasso di £.105.922.000 a cui aggiungere la quota abbonati (9.415) di £.142.895.000.

Garlini rimprovera Dell'Anno dopo un'occasione sprecata

Una partita rissosa tra nobili decadute e un pareggio senza reti che le allontana entrambe dalla zona promozione. Aria cupa all'Olimpico, un po' come la giornata metereologica con grandi piogge nella mattinata. Il che non aiuta evidentemente a migliorare l'umore dei giocatori che se le danno di santa ragione, costringendo Luci a scontentare tutti con ammonizioni in serie. Recrimina il Bologna per un possibile rigore non concesso dall'arbitro per un'entrata rude di Podavini su Marocchi. Le punte laziali sono mal servite da un centrocampo troppo centralizzato: manca lo spunto sulle fasce e Dell'Anno, di solito ispiratore delle occasioni più nitide, appare fuori forma. Il Bologna invece ruota intorno a Nicolini, caparbio costruttore della manovra e autentico collante tra i reparti rossoblù. Per fortuna di Simoni, i difensori laziali, pur non risparmiandogli rudezze, tengono in qualche modo a bada il temutissimo Pradella. L'inizio era stato favorevole agli ospiti vicini al gol al 2' per l'incursione di Ottoni e salvataggio quasi sulla linea di Spinozzi. A parte l'episodio del presunto rigore reclamato dal Bologna non accade più niente fino al 40' quando Garlini spedisce a lato dalla lunetta e Ferri replica sfiorando il palo dalla distanza. Le emozioni vere sono limitate agli ultimi minuti, ovvero quando gli ospiti restano in dieci per l'espulsione di Marronaro, colpevole di un brutto fallo su Galbiati. Anche stavolta si tratta di un botta e risposta: Pradella impegna seriamente Ielpo di testa all'84' e quattro minuti più tardi Dell'Anno alza troppo la mira, sempre di testa, su cross di Poli subentrato a Fiorini ancora fuori condizione. Sconsolato Simoni negli spogliatoi: "Abbiamo fatto un passo indietro, la promozione si allontana. E' stato un errore accettare di buttarla in rissa..."