Domenica 31 luglio 2011 - Vila-real, stadio Madrigal - Villarreal-Lazio 3-1


Stagione

Le amichevoli con Reggina e Villarreal del 31 luglio 2011

31 luglio 2011 - Amichevole precampionato 2011/12 - "Trofeo de la Cerámica" - inizio ore 22.00

VILLARREAL: Diego López (46' César), Mario, Zapata (75' Gonzalo), Musacchio, Joan Oriol (80' Marcos Gullón), Senna (46' Camuñas), Bruno (80' Jordi Pablo), Cani (62' Wakaso), Borja Valero (62' Marchena), Rossi (78' Gerard), Marco Ruben (46' Nilmar). Allenatore: Garrido.

LAZIO: Marchetti, Scaloni, Biava, Dias, Radu, Mauri (69' Cavanda), Ledesma (78' Del Nero), Matuzalem, Hernanes, Cisse, Klose (78' Floccari). A disposizione: Berardi, Crescenzi, Fagioli, Onazi. Allenatore: Reja.

Arbitro: Sig. Martinez Munuera.

Marcatori: 14' Rossi, 20' Cani, 45' Cisse, 74' Wakaso.

Note: ammonito all'8' Matuzalem per proteste, al 90' Biava per gioco scorretto. Recuperi: 1' p.t., 1' s.t.

Spettatori: n.d.


La locandina dell'incontro
La formazione biancoceleste
Hernanes festeggia Djibril Cisse dopo la rete segnata
Stefano Mauri, Giuseppe Biava e Cristian Ledesma
Lionel Scaloni
Miroslav Klose
Djibril Cisse
Giuseppe Biava
Un momento dell'incontro
Una fase di gioco
Francelino Matuzalem e Stefan Radu
Il biglietto della gara

Da La Gazzetta dello Sport:

Rossi-gol piega mezza Lazio. La squadra di Reja perde 3-1 in casa del Villarreal: per il "Sottomarino giallo", oltre all'italiano, segnano Cani e Wakaso, per i romani accorcia Cisse. Dopo la gara di coloro che sono rimasti a Fiuggi contro la Reggina, è poi la volta degli altri biancocelesti, impegnati contro il Villarreal nel 12° Trofeo de la Ceramica. E arriva la seconda sconfitta consecutiva (se non consideriamo il match di Fiuggi) per la squadra di Reja, che propone inizialmente un 4-4-2 con Hernanes in fascia e lo ridisegna in un 4-3-1-2 a gara in corso. Al Madrigal è Giuseppe Rossi-show: l'attaccante italiano apre le marcature al 14' e quando esce dal campo, a un quarto d'ora dalla fine, viene salutato dall'ovazione dei tifosi del "Sottomarino giallo", che sperano di non vederlo partire nel calciomercato estivo. La partenza degli spagnoli di Manzano, quasi pronti per il preliminare di Champions League, è davvero bruciante per i romani: al 20' è già 2-0, con Cazorla a finire sul tabellino dei marcatori (di Rossi l'assist, ma "Pepito" sarebbe in fuorigioco) e Marchetti a urlare per "dare la sveglia" ai difensori che dovrebbero proteggerlo. Col passare dei minuti, però, Hernanes migliora un po' e la Lazio si rianima: poco prima dell'intervallo, il brasiliano prova un passaggio filtrante in area, trova l'errore dell'ex udinese Zapata e consente a Cisse di indovinare il momentaneo 2-1 col piatto destro. Nella ripresa Hernanes e ancora Cisse sfiorano un pareggio che sarebbe tutto sommato immeritato, prima che Wakaso indovini un siluro di sinistro da fuori area per il 3-1 finale.


Dal Corriere dello Sport:

Lazio, non basta Cisse. Il Villarreal cala il tris. La squadra di Reja è stata battuta 3-1 in amichevole: in gol il bomber francese, Giuseppe Rossi, Cani e Wakaso. In ombra Klose. Non basta il solito Cisse alla Lazio per uscire indenne dal Madrigal. La squadra di Reja è stata battuta 3-1 in amichevole dal Villarreal, apparso più rodato e più avanti nella preparazione (il campionato spagnolo inizierà una settimana prima della nostra serie A). A decidere la sfida, oltre a quella del bomber francese, le reti messe a segno da Giuseppe Rossi e Cani nel primo tempo e Wakaso nella ripresa. Hanno sofferto molto in avvio i biancocelesti le fitte trame di gioco della squadra di Garrido, molto abile nel palleggio e come al solito illuminata in cabina di regia dall'onnipresente Borja Valero. Due gol subiti in venti minuti (il secondo viziato da evidente fuorigioco), però, non hanno disunito Ledesma e compagni, che sono cresciuti con il passare dei minuti e hanno riaperto i giochi con una zampata di Cisse ispirato da Hernanes (e da una sfortunata deviazione di Zapata). Più equilibrata invece è stata la ripresa, con occasioni da una parte (Giuseppe Rossi) e dall'altra (pericolosi Hernanes e Klose) e un rigore chiesto dagli spagnoli (fallo di Marchetti su Nilmar, obiettivo di mercato della Roma e fra i migliori in campo). A chiudere la contesa è stato un eurogol di Wakaso, che ha pescato il jolly con una conclusione potentissima da oltre 25 metri.


Da Il Messaggero:

Lazio strapazzata a Villarreal: 3-1. Reja ha ancora molto da lavorare. E' finita male l'amichevole di Villarreal, dove la Lazio incappa nella seconda sconfitta consecutiva e soccombe 3-1: reti di Giuseppe Rossi al 14', di Cani al 20' e gol di Cisse al 46' (l'unica nota positiva della trasferta, il primo gol del francese con la Lazio). Nella ripresa a segno da 25 metri Wakaso al 74'. Dopo il ko con l'Osasuna, arriva l'imbarazzante prestazione di Villarreal, un complicato tour de force tutto in giornata (oltre tre ore di ritardo questa mattina in partenza da Fiumicino), che prevedibilmente incide sulla prestazione. Sgomberato il campo dalle fatiche extracalcistiche, c'è da dire che questa Lazio, ingessata in un 4-4-2, che i calciatori non sembrano gradire o essere in grado di applicare, appare ancora poca cosa. Male i biancocelesti nella prima frazione, inesistenti per oltre venti minuti, il tempo per gli spagnoli di andare sul 2-0. Modesta reazione intorno al 25', ma il Villarreal ha tenuto sempre il pallino del gioco. Assai incerta la difesa laziale, farraginoso il centrocampo, poco attive le punte, in attesa di palloni che non arrivano. Il primo gol spagnolo arriva su contropiede, con Giuseppe Rossi che entra in area dalla sinistra e fulmina Marchetti, non impeccabile, sul primo palo. Sei minuti dopo è Cani a sfruttare una bella respinta del portiere, dopo disattenzione difensiva, e a insaccare il 2-0.

Andrè Dias con un colpo di testa spezza la supremazia spagnola, poi il copione riprende immutato, fino al gol di Cisse, bravo a sfruttare un pallone sporcato da un difensore e a infilare di destro. Nella ripresa gli uomini di Reja sembrano tornare in campo con altro animo, ma finiscono presto per smarrirsi. Klose tenta un guizzo, palla a lato. Al 66' l'arbitro non concede un rigore per un'uscita kamikaze di Marchetti, poi due minuti dopo Mauri cede il posto a Cavanda. Ne passano sei e Wakaso dalla sinistra infila il 3-1 con una gran botta di sinistro dalla distanza. Reja manda in campo Floccari per Klose e Del Nero per Ledesma, decisamente sotto tono. Il Villarreal continua a controllare il gioco e si arriva al 90'. I biancocelesti hanno ancora molto da lavorare.

Completato il ritiro a Fiuggi, la Lazio ora si ferma: da domani per i biancocelesti scattano tre giorni di riposo. La preparazione riprenderà il 3 agosto a Formello con una seduta pomeridiana. La squadra tornerà a Fiuggi sabato per un'altra amichevole con i romeni dell'Università di Cluj.


Nota

Da Il Messaggero:

Problemi tecnici al Canadair CL600 dell'Adria Airways, sostituito da un altro aeromobile dello stesso tipo, ha ritardato di tre ore e mezza la partenza della Lazio dal Leonardo da Vinci per Valencia. Giocatori e allenatore sono arrivati in aeroporto poco prima delle 9 e sarebbero dovuti partire alle 9.35 per la Spagna per l'amichevole di questa sera con il Villarreal. Al gate del volo JP924, ha riferito Edy Reja, è stata data invece la notizia che la partenza del volo sarebbe stata spostata alle 12.55 "a causa di un problema tecnico riscontrato sull'aereo che ci avrebbe dovuto portare a Valencia".

La squadra ha ingannato il tempo rilasciando autografi e posando per foto ricordo richiesti da decine di passeggeri, per lo più giovani di fede biancoceleste, in partenza per le vacanze. I più gettonati sono stati Hernanes e Miroslav Klose. Prima di ritornare al gate c'è stato anche il tempo per una pausa pranzo in uno dei ristoranti dell'aeroporto. "Quando si viaggia sono cose che possono capitare", ha commentato con filosofia Reja che ha quindi aggiunto di non essere preoccupato più di tanto per il ritardo. "Arriveremo comunque in tempo per giocare stasera l'amichevole con il Villarreal".