Domenica 6 settembre 1942 - Ancona, stadio del Littorio - Anconitana-Lazio 1-3


Stagione

Amichevole successiva

6 settembre 1942 - Amichevole

ANCONITANA: Garbo (Collesi), Ratti, Scaccini, Varoli (Battistelli), Brondi I (Baldoni II), Renzi (Bertocco), Romani, Trevisani, Torti (Spadoni), Spadoni (Baldoni I), Ghezzi (Bisogni)

LAZIO: Gradella, Valenti (Ferrarese), Monza, Fazio (Gualtieri), Ramella (Borici), Ferri (Contin), Gualtieri (Köenig), Pisa (I), Piola, Flamini (Capponi), Puccinelli.

Arbitro: sig. Nicolini.

Marcatori: pt 8’ Torti, 22’ Piola, 26’ Piola, st 40’ Köenig

Note: all’80’ Romani, mentre era in procinto di tirare in rete si scontrava con Monza e con Gradella rimanendo contuso, subito dopo infatti abbandonava il terreno.

Gli azzurri sono già a buon punto. Quasi tre dozzine di giocatori si sono avvicendati sui due campi in questa prima gara di presentazione e di assaggio. Nella fondamentale ossatura delle due unità si sono innestati nuovi elementi, sulla condotta e sul rendimento dei quali i tecnici hanno tratto abbastanza materia da elaborare nelle quattro settimane che precedono l’inizio ufficiale del torneo. La partita che alla fine ha lasciato insoddisfatta la maggior parte degli spettatori, può essaere giudicata dal punto di vista tecnico soltanto nella sua prima fase, quando cioè le schiere allineavano le migliori formazioni. La Lazio, a parte la classe e la cifra di gioco superiore, è apparsa meglio preparata dell’antagonista, la quale soltanto da oggi può fare assegnamento sull’allenatore che ne assumerà la responsabilità e la curerà nella delicata fase preparatoria. L’allenatore della Lazio ha manifestato la propria soddisfazione per le condizioni della pattuglia azzurra nella quale il tanto prestigioso Piola ed il colosso Ramella quanto il giocoliere Flamini ed il vigile Monza hanno confermato di essere in ottima forma, bisogna aggiungere che Valenti ha esordito con sicurezza nella squadra dei moschettieri, che Köenig all’estrema destra ha giostrato con abilità, insidiosità e scatto, che Contin va bene nonostante appaia ancora rigido nei movimenti e che Borici è un buon sostituto di Ramella. Dal canto suo l’Anconitana ha confermato la solidità del triangolo difensivo, ma ha rilevato una sensibile incertezza nella mediana che ha messo in particolare luce le eccellenti qualità della coppia di destra dell’attacco costituito da Romani e da Trevisan in buon intesa con Torti. Il giudizio di questa uscita ha valore relativo e lo si limita al primo tempo. Torti ha iniziato le segnature, al 4’ buttandosi su una palla allungatagli da Trevisan ma la rete gli è stata annullata. All' 8’ il centravanti giallorosso è andato a segno cogliendo al volo un pallone centratogli mirabilmente da Romani e ha lasciato di stucco Gradella: però al 22’ una punizione battuta da Ferri provocava una mischia in area anconitana e Piola s’avventava sul pallone di prepotenza e lo metteva in rete ad un passo dal portiere; quattro minuti dopo Gualtieri spediva una palla dalla linea di fondo con Scaccini che gli contendeva il pallone ma riusciva a spedirla indietro dove s’infilava Piola che, con un tiro secco e deciso, di sinistro sorprendeva di nuovo Garbo. Nella ripresa, dopo che Capponi aveva colpito una traversa e dopo l’incidente a Romani, all' 85’ ancora Piola centrava un pallone per Köenig che, superato Scaccini, batteva inesorabilmente Collesi.

Momenti della gara