Domenica 9 novembre 1924 - Roma, campo della Rondinella - Lazio-SPAL 1-1


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

9 novembre 1924 - Amichevole

LAZIO: Sclavi, Parboni, Saraceni (II), Nesi, Pardini, Mariani, Fraschetti, Filippi, Bernardini, Jokl, Varini.

SPAL: Puglioli, Fini, Vercelli, Preti (I), Sgarbi, Musi, Vassarolli, Baciglieri, Preti (II), Bancero, Povero.

Arbitro: sig. Ambrosini

Marcatori: ?

Note:

Spettatori:


Pagina da definire


Dalla rivista "Lazio" del 20 dicembre 1924:

La domenica immediatamente precedente l'inizio del Campionato scese fra noi, per un definitivo e chiaro collaudo delle nostre forze, una delle "venticinque", la leggera e simpatica squadra della SPAL di Ferrara, che ha trovato modo di brillare anche fra gli astri di primissima grandezza della fulgente costellazione calcistica del Nord. Il tempo ostile e minaccioso non permise l'affluenza di pubblica che era facile prevedere; ma la partita corretta e cavalleresca interessò vivamente gli appassionati fedeli che vi presenziarono e che ebbero modo di ammirare il giuoco elegante e sicuro dei nostri ospiti. L'incontro terminò alla pari, sebbene i ferraresi abbiano dominato nel brioso loro finale. Fu appunto un questo scorcio di partita che rifulse il loro sistema, basato su rapidi e brevi passaggi e su una eccellente intesa fra le varie linee. La pressione della Spal non condusse a un risultato concreto per la deficienza di tiro in goal della prima linea, ma è evidente che il frequente ed istruttivo contatto coi più poderosi squadroni d'Italia, ha molto giovato all'affinamento del giuoco dei ferraresi, ai quali non mancano qualità per aspirare ad un brillante avvenire.

La nostra squadra, benché menomata ed a corto di preparazione, sostenne bene il confronto e non mancherà di far tesoro di quanto, nell'interessante partita, ha potuto apprendere dagli ospiti disciplinati e cortesi. Ma oltre che per la cavalleresca combattività sul campo, i giuocatori e i dirigenti della Spal hanno lasciato fra noi tutti un simpaticissimo e incancellabile ricordo per le belle e purtroppo brevi ore che abbiamo trascorso in loro compagnia, nel più schietto ed allegro cameratismo sportivo. Sia al banchetto ai "Tre Re" che nella rapida visita nei locali sociali, essi tutti hanno prodigato uno spirito e una "verve" scintillanti e ci han fatto gustare dei cori ammiratissimi e... invidiatissimi per l'affiatamento, la distribuzione armoniosa e intonata delle voci e la scelta dei motivi marziali e spigliati. Il Presidente della Spal, l'avvocato Ridolfi, valoroso mutilato e decorato di guerra, con la squisita cortesia che lo distingue ha voluto rinnovarci i ringraziamenti con questo cordiale telegramma: Ringrazio nome Società Spal indimenticabile accoglienza, Beneagurando ambite vittorie, cordialmente - Presidente Ridolfi. Nel ricambiare con vivo cuore l'augurio fervido che nelle difficili lotte in cui è impegnata arridano anche alla Spal i migliori successi, rinnoviamo ai cortesi ospiti di un giorno l'espressione sincera della nostra simpatia e riconfermiamo tutto il piacere provato per la loro visita, che ci ha procurato l'occasione di allacciare ben stretti legami di solidarietà .... (il resto del testo - le ultime righe dell'articolo - è purtroppo poco leggibile - n.d.a.)





Torna ad inizio pagina
<< Amichevole precedente Amichevole successiva >> Torna alla Stagione Torna ad inizio pagina