Il Calciomercato 1976


Stagione

Da sinistra: Maestrelli, Lenzini e Vinicio
Gli acquisti e le cessioni. Catarci e Cremaschini sono erroneamente riportati come Catarsi e Cremaschi

Il calciomercato della Lazio nell'estate 1976 è affidato al trioLenzini|Lenzini, Maestrelli e Vinicio, chiamato ad allenare i biancazzurri proprio al posto dello stesso Maestrelli divenuto direttore tecnico. La stagione deludente è ormai alle spalle e la società ha intenzione di rinnovarsi senza commettere gli errori dell'anno passato, quando fu smembrata la squadra scudetto. Furono immediatamente ceduti Ferrari al Cagliari e Brignani al Palermo. Il secondo portiere Moriggi al Novara, in cambio del portiere piemontese Garella; mentre il giovane Borgo va alla Pistoiese. Masuzzo Domenico viene rilevato dalla Nocerina ed Apuzzo al Como. In fase di acquisti è l'estate di Ciccio Cordova che clamorosamente passa in biancazzurro dopo essersi riscattato personalmente il cartellino e rifiutando il passaggio al Verona. Per Lenzini è un bel colpo d'immagine oltre che un ottimo rinforzo per la squadra. Rientra dal prestito dal Cagliari Fernando Viola mentre dal Como viene acquistata la punta Renzo Rossi.