Il Calciomercato 2001


Stagione

Il bilancio della Lazio desta qualche preoccupazione e Sergio Cragnotti deve effettuare plusvalenze per rientrare nei parametri finanziari corretti. Si effettuano operazioni di mercato impopolari che vengono contestate ferocemente dalla tifoseria organizzata. Sotto la residenza del patron biancoceleste appaiono scritte offensive che determinano la minaccia di abbandono della società da parte del numero uno laziale. Vengono ceduti Nedved e Salas alla Juventus, Veron al Manchester Utd, Baronio in prestito alla Fiorentina, Ravanelli al Derby County e, a gennaio 2002, Kovacevic (arrivato alla Lazio dalla Juventus nell'estate 2001), al Real Sociedad.

In entrata la Lazio acquista per una cifra notevolissima uno dei migliori giocatori europei, lo spagnolo Mendieta dal Valencia e poi Fiore (I) e Giannichedda dall'Udinese (erano stati acquistati nell'estate 2000, ma lasciati un'altra stagione in Friuli), Stam dal Manchester Utd, Cesar dal Sao Caetano, Liverani, nel mercato invernale, dal Perugia. Torna a Roma, dal prestito all'Arezzo, il portiere Concetti.






Lo stralcio del comunicato della Lega Calcio con i giovani giocatori della Lazio messi in lista di svincolo