Lunedì 13 aprile 1914 - Modena, Campo dell'ex Velodromo - Piazza d'Armi, 13 - Modena-Lazio 0-1


Stagione

Turno precedente

13 aprile 1914 - Coppa di Pasqua

MODENA: Raffaldini, Fronte, Secchi, Cappelli, Roberts, Zanasi, Stahler, Minchio, Giberti, Tosatti, Croce.

LAZIO: Serventi, Monetti, Levi (II), Zucchi (II), Di Napoli (I), Faccani, Raffo, Saraceni (I), Fioranti, Maranghi, Corelli.

Arbitro: sig. Radice (Milano).

Marcatori: probabile autogol all'88'.

Note: la Lazio sbaglia un rigore al 60'. Croce e Fronte in prova da Venezia e Inter per il Modena.

Spettatori:

Da "L'Italia Sportiva"

Dalla Gazzetta dell'Emilia:

Il match d'oggi. Lazio batte Modena con 1 goal a 0. Grande pubblico anche oggi al match che poneva di fronte alla squadra cittadina, presentatasi in formazione diversa da quella di ieri, i campioni laziali già vittoriosi del Bologna per un goal a zero.

Compaiono, applauditi, primi in campo i giallo-bleu che si dispongono poi in questa formazione: Raffaldini – Fronte, Secchi – Cappelli, Roberts, Zanasi – Stahler, Minchio, Giberti, Tosatti, Croce. I giocatori di Roma che indossano una maglia azzurra e bianca entrano alle 15.40 ricevendo dal pubblico un lungo battimano. L'arbitro signor Radice, che oggi pure è stato superiore ad ogni elogio, chiama i giocatori alle 15.50 e dopo che Roberts ha offerti fiori agli ospiti, il giuoco ha subito inizio. I modenesi avendo perduto nella scelta del campo giocano col sole in faccia.

Il match. La palla essendo ai giallo-bleu sono questi che portano il primo assalto, e vari altri ne avvengono dalle due parti, fino a che a 15 minuti dall'inizio si sospende un po' per un incidente occorso a un avanti della Lazio. Un giocatore modenese contusosi poco dopo è costretto ad uscire di campo. Uno splendido assalto dei gialloblu che a più riprese tirano in porta strappa il primo applauso, che si rinnova, ed un altro che segue a brevi minuti. Il giuoco svolgendosi troppo pesante – quanta differenza rispetto a quello di ieri fatto tutto sulla palla – abbiamo alle 16.30 un nuovo incidente a danno dei cittadini per una contusione a Roberts. Corner pel Lazio alle 16.34 cui ne segue un secondo. Tre punizioni contro la squadra romana per giuoco violento e poi il primo tempo ha fine senza che le due squadre siano riuscite a segnare.

La ripresa. Un po' di riposo e la partita è ripresa alle 16.55. Una melée sotto la porta di Raffaldini a cinque minuti dall'inizio cui segue un bell'attacco di tutta la linea gialla. Un fallo nell'area della porta alle 17.10 e un calcio di rigore contro Modena che tirato alto sulla porta è salutato dal pubblico con urla, fischi, applausi. Corner pei giocatori cittadini due minuti dopo cui segue una pericolosa lotta sotto la porta di Serventi. Un nuovo corner per Modena raccolto di testa da Zanasi è concesso alle 17.22. Mancano due minuti alla fine ed ormai tutti sono decisi ad un match nullo quando viene tirato contro la porta modenese l'ultimo calcio d'angolo della giornata e nella breve lotta che ne segue la palla entra nella rete. I giallo-bleu si lanciano in un ultimo disperato assalto per tentare di pareggiare, ma il tempo è troppo breve, a fine li trova in disperata lotta sotto la porta di Serventi.

Il Giuoco. L'undici azzurro-bianco è apparso nella sua migliore formazione, composto di uomini veloci, resistenti, pesantissimi ma privi di tecnica. La squadra modenese per quanto priva di Roveri, ieri calciato ad una gamba, seppe opporsi validamente, dimostrandosi superiore come giuoco all'avversario. Anche Fronte tenne degnamente il posto di terzino a fianco a Secchi, riconfermando l'impressione lasciata ieri di essere un uomo di difesa e non d'attacco.



<< Turno precedente Stagione Torna ad inizio pagina