Mercoledì 2 settembre 1964 - Firenze, Stadio Comunale - Fiorentina-Lazio 2-0


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

2 settembre 1964 - Amichevole pre-campionato 1964/65

FIORENTINA: Albertosi, Robotti, Matteucci, Pirovano, Gonfiantini (46' Ferrante), Marchesi, Hamrin, Bertini, Orlando, Benaglia, Morrone. All. Chiappella.

LAZIO: Cei, Zanetti, Marini (46' Pagni), Governato, Dotti, Gasperi, Renna, Fascetti, Piaceri, Christensen, Bartù (65' Mari. All. Mannocci.

Arbitro: Sabattini (Finale Emilia).

Marcatori: 78' Orlando, 84' Marchesi (rig).

Note: serata magnifica con temperatura ideale. Presente in tribuna la nazionale dei P.O. guidata dal commissario Edmondo Fabbri. Al 50' Cei para un rigore ad Hamrin.

Spettatori: 20.000.


Grande attesa a Firenze per la prima uscita stagionale dei viola che ospitano una Lazio alla ricerca dell'assetto tattico migliore. Squadre che mettono in campo diversi ex da una parte e dall'altra. Mannocci al termine di 90 minuti può ritenersi soddisfatto poiché la squadra disputa un'ottima gara pur perdendo per 2 - 0, ma il risultato finale non rispecchia l'andamento del gioco che vede i romani spesso padroni del campo. Partono forte i padroni di casa con un Bertini inarrestabile, ma ben presto la Lazio reagisce costruendo una clamorosa palla goal al 17' allorché Piaceri si trova solo a tu per tu con Albertosi, dopo una bella azione di Renna e il mancato intervento di Gonfiantini nella sua area. Il portiere gigliato con una formidabile uscita sventa il pericolo. Si sveglia la Fiorentina che si rende pericolosa con Morrone e con Orlando ma in entrambi i casi Cei fa buona guardia. Alla mezz'ora ottimo spunto di Christensen e cross su cui Bartù arriva con un attimo di ritardo. Prima del riposo Pirovano si rende più volte pericoloso con tiri dalla lunga distanza. Lazio baldanzosa alla ripresa del gioco, ma è la Fiorentina a poter andare in vantaggio per un discutibilissimo calcio di rigore. Orlando viene trattenuto al limite dell'area da Zanetti: l'attaccante di Torpignattara, ex romanista, plana in area e Sabattini indica il dischetto. Calcia Hamrin ma Cei non abbocca alla finta dello svedese e riesce a respingere in angolo. Al 65' Mannocci richiama Bartù (prestazione a corrente alternata) inserendo Mari. Altra grossa occasione per i romani al 71' con Renna che schiaccia troppo il tiro a rete. Poco dopo passa la Fiorentina. E' Orlando il marcatore con un violento tiro dai 16 metri su cui il portiere biancoceleste appare in leggero ritardo. A cinque dal termine ancora un rigore per i viola dopo un colpetto leggero di Dotti su Hamrin che cade a terra con un tuffo in bello stile. Sul dischetto va lo specialista Marchesi che non sbaglia. Buona la prova dei biancocelesti con nota di merito per Christensen il cui lavoro a centrocampo è risultato assai prezioso.



Torna ad inizio pagina