Mercoledì 3 febbraio 1971 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Perugia 1-1


Vai alla pagina principale del torneo "De Martino"

Campionato EMILIO DE MARTINO - 14° giornata, Lazio-Perugia 1-1

LAZIO: Moriggi, Carratoni, Legnaro, Andreuzza, Perotti, Caroletta, Morrone (Masuzzo), Chinellato, Fortunato, Magherini (70' Gozzi), Vulpiani. 12° Marsili. All. Lovati.

PERUGIA: Vecchione, Persia, Trinati, Agretti, Gionangeli, Mastropasqua, Carini M., Giudo, Baroni, Puccianini (Pagliacci), Carini G. 12° Frenguelli.

Arbitro: Paparesta.

Marcatori: 12' Legnaro, 90' Pagliacci.

Spettatori: circa 1.000.

Lazio che parte molto determinata e che chiude il Perugia nella sua metà campo. Legnaro spreca a porta vuota all'undicesimo, ma appena 60 secondi dopo si fa perdonare quando raccoglie un colpo di testa di Fortunato e in spaccata insacca all'incrocio dei pali. Passata la sfuriata iniziale dei padroni di casa, il Perugia comincia ad uscire dal guscio mettendo in mostra un calcio ordinato. Nella ripresa il ritmo cala e le uniche occasioni da registrare sono legate a due conclusioni da lontano, la prima di Mastropasqua al 59', con il pallone che sfiora la traversa di Moriggi, e la seconda con Andreuzza al 75' che esce di poco dalla porta difesa da Vecchione. All'ultimo minuto gli umbri pervengono al pareggio. Punizione di Trinati verso l'area avversaria e colpo di testa di Baroni raccolto da Pagliacci che da due passi insacca. Da segnalare il debutto in campionato del giovanissimo Domenico Masuzzo , piccola stella, assieme a Vincenzo D'Amico , della formazione Primavera.