Sabato 28 luglio 2007 - Southampton, St. Mary's Stadium - Southampton-Lazio 2-5


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

28 luglio 2007 - Trofeo Ted Bates - Amichevole precampionato

SOUTHAMPTON: Bialkowski, Ostlund, Pele, Powell (46' Makin), Vignal, Surman, Wright, Hammill (46' Licka), Skacel (69' Dyer), Jones (54' Raisak), Saganowski (76' Wright-Phillips). A disposizione: Viafara, James, Lallana, Poke). Allenatore: Burley.

LAZIO: Ballotta (88' Berni), Scaloni (46' De Silvestri e 54' Belleri), Cribari (81' Diakite), Stendardo, Zauri (75' Kolarov), Behrami (72' Firmani), Ledesma (85' Baronio), Mutarelli (72' Manfredini), Pandev (65' Makinwa), Mauri, Rocchi (79' Del Nero). A disposizione: S.Inzaghi, Faraoni, Tare. Allenatore: Rossi.

Arbitro: Sig. Paul Taylor.

Marcatori: 3' Pandev, 5' Mauri, 15' Rocchi, 28' Jones (rig), 29' Mauri, 54' Rasiak (rig), 63' Rocchi.

Note: angoli 5-5. Ammoniti Stendardo e Mauri.

Spettatori: 22.000 circa.


La copertina del programma ufficiale del match
Il biglietto della gara
Tommaso Rocchi in azione
Il macedone contrastato dai difensori del Southampton
La formazione biancoceleste
Goran Pandev in azione
L'abbraccio di capitan Zauri
L'esultanza di Goran Pandev dopo il primo gol
Esultanza biancoceleste
Cristian Ledesma in azione

La Gazzetta dello Sport titola: "La Lazio col tridente regala spettacolo. Segna cinque gol a Southampton: Rocchi scatenato, Pandev e Mauri in gran forma. Due rigori per gli inglesi".

Continua la "rosea": Quasi perfetta, almeno per un tempo. E con un Rocchi recuperato. Il blitz inglese della Lazio regala a Delio Rossi un'ulteriore conferma della bontà del lavoro fin qui svolto. E, in più, rispetto alle precedenti uscite, c'è la ritrovata vena realizzativa del bomber. La cui latitanza era stata fin qui l'unico motivo di apprensione del precampionato laziale. Tutto bene, dunque, per la combriccola biancoceleste, che si avvicina al preliminare di Champions League (andata 14 agosto) con il passo e il piglio giusti. A Southampton, contro la formazione locale segnalata tra le favorite della prossima Championship inglese (la nostra serie B), la Rossi-band diverte e si diverte per 45 minuti, per poi calare (ma neanche troppo) nella ripresa. Fa vedere un bel calcio, segna cinque gol (e potevano essere anche un paio in più) senza concedere nulla agli avversari. Che attutiscono la debacle solo grazie a due rigori, a dir poco generosi, concessi dall'arbitro di casa (in tutti i sensi) Taylor.

La cinquina biancoceleste porta la firma dei tre uomini deputati da Rossi a viaggiare oltre la linea della palla: doppiette per Mauri e Rocchi e gol di Pandev, che però può vantare una sorta di comproprietà sulla seconda realizzazione di Mauri (l'italiano ribadisce in rete un pallonetto del macedone che forse sarebbe entrato lo stesso). Non è un vero tridente quello laziale, perché Mauri giostra da trequartista e, quando serve, retrocede a centrocampo. Ma ci assomiglia parecchio, specie in giornate come questa in cui i tre giovanotti sono particolarmente ispirati. Il trio si trova ormai a occhi chiusi e, se davanti ha una difesa statica come quella del Southampton, può fare sfracelli. Non è un caso che dopo sei minuti i biancocelesti siano già avanti di due reti (punizione vincente di Pandev e gol da opportunista di Mauri). Reti che alla fine del primo tempo diventano quattro (Rocchi imbeccato da Ledesma e ancora Mauri). E cinque nella ripresa (ancora Rocchi in combinazione con Pandev). Il bomber veneziano e l'attaccante macedone vanno vicini al gol in altre quattro occasioni, nelle quali preferiscono però non infierire sul portiere avversario. Unici nei della giornata l'infortunio di De Silvestri (in uno scontro aereo con Jones si procura una ferita alla testa: necessari due punti di sutura) e le ammonizioni beccate da Stendardo e Mauri, entrambi per proteste (con l'attenuante di una terna arbitrale che fa di tutto per far saltare i nervi ai laziali).


Da La Repubblica:

Buone e cattive notizie per la Champions. Mentre la Lazio dà spettacolo in Inghilterra, Carrizo fa avanti e indietro per l'Italia a causa del suo passaporto. Per depositare la documentazione della cittadinanza italiana del portiere sarà una corsa contro il tempo e sicuramente una cosa non semplice. A rischio c'è il preliminare, tanto è vero che oggi il numero uno per quella sfida è Marco Ballotta. Ma andiamo con ordine. Di sicuro la bella notizia arriva da Southampton, dove ieri la formazione biancoceleste ha rifilato 5 gol ai padroni di casa. Una prestazione maiuscola, anche perché in vista del preliminare Rossi ha trovato conferme importanti da gente come Pandev, Mauri e Rocchi. Il primo, oltre a realizzare la rete del vantaggio su punizione dopo soli tre minuti, ha fatto giocate da autentico fuoriclasse. Gli altri due hanno siglato una doppietta ciascuno, trascinando la Lazio verso una gran vittoria. Mauri ha segnato il 2-0 al 5° e il 4-1 al 28° del primo tempo. Due gol molto semplici, quasi la fotocopia l'uno dell'altro, con il giocatore che ha solo dovuto appoggiare in rete il pallone.

Rocchi, invece, ha segnato il 3-0 al 15° con un tiro dal limite dell'area e il definitivo 5-2 al 18° della ripresa dopo un bel contropiede avviato da Belleri. "I ragazzi sono stati perfetti e molto bravi", ha detto a fine gara un soddisfatto Delio Rossi. Le uniche due preoccupazioni arrivano da De Silvestri, uscito dopo soli sei minuti di gioco per un brutto scontro con Jones e da Mudingayi rimasto a Roma per un fastidio muscolare. Da ciò si passa a Juan Pablo Carrizo. L'argentino, che due giorni fa era stato a Pinerolo a depositare documenti da parte della mamma, dovrà tornare in Piemonte. Fatta la verifica della discendenza diretta, si dovrà attendere il via libera del consolato italiano in Argentina. Poi l'ok del Comune di Roma e del ministero. E tutto questo entro il 9 agosto giorno in cui la Lazio dovrà presentare la lista per il preliminare di Champions League. L'ansia, insomma, non manca.