Mercoledì 16 giugno 1976 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Verona 0-0

Da LazioWiki.

Stagione

Turno precedente - Turno successivo

Coppa Italia - Girone Semifinale A - gara 4

LAZIO: Pulici, Ammoniaci, Ghedin, Wilson, Polentes, Borgo, Giordano, Re Cecconi, Ferrari G.C., Lopez, Badiani. A disp. Moriggi, Caccavo, Brignani, Masuzzo. All. Maestrelli.

VERONA: Ginulfi, Bachlechner, Nanni, Busatta, Catellani, Cozzi, Franzot, Mascetti, Luppi, A.Moro, Zigoni. A disp. Porrino, Feder, Sirena, Guidolin. All. Valcareggi.

Arbitro: Barboni (Firenze).

Note:

Spettatori: 30.000 circa.

Da l'Unità:la cronaca della gara

Il Verona ha conquistato all'Olimpico, contro la Lazio, un prezioso punto per restare in corsa nel torneo di Coppa Italia. Il risultato di 0-0, ottenuto con una certa fatica, ha premiato la volontà dei gialloblù, che si sono battuti vigorosamente per tutti i novanta minuti. La Lazio ha avuto nel primo tempo numerose occasioni per portarsi in vantaggio, ma la bravura di Ginulfl e la scarsa mira dei biancazzurri hanno consentito al Verona di chiudere i 45 minuti senza danni. I laziali hanno attaccato con insistenza, ma le assenze di un suggeritore come D'Amico e di un attaccante come Garlaschelli sono risultate determinanti al fini di quella incisività che sarebbe servita per superare la difesa ospite.

I veneti, dal canto loro, oltre a controllare la partita, si sono resi pericolosi in contropiede con Luppi, Busatta, che ha sfiorato la marcatura al 22', e il solito, puntiglioso Zigoni. I laziali, a parte i gol clamorosamente sbagliati, hanno colpito la traversa con Ghedin al 33'. Anche nella ripresa la Lazio ha continuato a premere, senza riuscire però a concretizzare la sua superiorità. La squadra di Valcareggi, chiusasi nella sua area, ha badato soprattutto a difendersi, correndo qualche rischio. Alla partita hanno assistito circa trentamila persone, che hanno contestato vivacemente Lenzini e applaudito Maestrelli ed i giocatori.

Fonte: La Stampa