13 settembre 2012 - La foto ufficiale 2012/13


La Lazio Calcio 2012/13
Un'altra immagine della compagine biancoceleste
Juan Bernabé e l'aquila Olimpia

Stagione

Dal Corriere dello Sport il racconto dell'evento:

E lo stadio più antico e famoso del mondo, lo dice la storia. E la prima squadra della Capitale, fiera dal 1900, parla la data di nascita. Il Colosseo sullo sfondo, la Lazio in primo piano, due simboli di Roma. E poi l'aquila, Olimpia e il suo mito. E Klose, imperatore e gladiatore biancoceleste: "Sei tu il monumento di questa città", gli ha urlato un tifoso incrociandolo, non gli sembrava vero. Turisti? No, calciatori. La Lazio e il Colosseo, una foto ricordo bellissima, è stata scattata ieri pomeriggio: i biancocelesti si sono messi in posa per immortalare l'evento. E la cartolina della stagione 2012-13, è stata realizzata con le divise da gioco e le scarpette ai piedi. Una sorpresa fatta ai tifosi, un'iniziativa fortemente voluta dalla società per onorare Roma e la storia. La Lazio e il Colosseo, un'altra volta insieme. A Pechino, nella finale di Supercoppa italiana dell'agosto 2009, l'immagine dell'Anfiteatro Flavio campeggiò sulle maglie indossate dalla squadra. E la Lazio trionfò contro l'Inter, alzò al cielo il trofeo. Tre anni dopo questa foto farà il giro del mondo, è un colpo d'immagine planetario. Traffico paralizzato, curiosità, stupore. Ci voleva fantasia nell'immaginare un quadro così bello. Ci voleva fantasia nell'immaginare la Lazio al Colosseo, stadio da milioni di turisti, in posa accanto all'Arco di Costantino: "Questa è una bella iniziativa, voluta dalla Lazio. E bello che uno dei monumenti più importanti del mondo sia abbinato allo sport e alla società di Roma dal 1900", ha detto Alessandro Cochi, delegato allo Sport del Comune di Roma. L'occasione è servita per parlare del Flaminio, uno stadio che non perde il suo fascino e la sua storia nonostante il logorio del tempo e l'utilizzo limitato. Cochi culla una speranza: "Il Flaminio? Mi piacerebbe che la Lazio calcio ci potesse fare un pensiero, anche come secondo impianto. Poi c'è la Polisportiva, ci sono 12 sezioni biancocelesti che militano nella massima serie. La Lazio Pallanuoto, la Lazio Rugby, dovrebbero avere una casa. Questo dovrebbe far scopa con il progetto di Lotito, che però è bloccato e non per colpa dell'Amministrazione. Ci sono dei ritardi per la legge in Senato".

Il Colosseo e la Lazio, lo sport che diventa spot per la storia. Brocchi, gladiatore moderno, ha confessato emozione dopo lo scatto dell'anno: "E' bello che la Lazio si leghi alla città e sposi un'iniziativa come questa. La foto stavolta non l'abbiamo scattata su un campo, bensì al Colosseo, in un luogo storico. Un simbolo importante a livello mondiale, l'emozione è stata forte". Roma ti aspetta, fu questa la scritta stampata sulle maglie che i biancocelesti indossarono a Pechino. L'immagine del Colosseo fu stilizzata, il gemellaggio con la Regione Lazio nacque con l'obiettivo di unire il grande avvenimento sportivo con la promozione della Capitale. L'operazione fu rivolta alle centinaia di milioni di cinesi che avrebbero seguito la finale Inter-Lazio in tv sul canale di Stato. La Lazio di Lotito vuole continuare a essere ambasciatrice del suo territorio. La società, nell'agosto 2009, scelse questo motto: "La Lazio disputerà la partita rappresentando se stessa, la sua gloriosa storia, i suoi tifosi ma anche la città di Roma, la Città Eterna e con essa la Regione di cui porta orgogliosamente il nome e in cui, come disse ai suoi amici il bersagliere Luigi Bigiarelli, al momento di scegliere il nome della società sportiva, Roma è concretamente compresa, il Lazio". Bigiarelli fondò la Lazio, era il 1900. Centododici anni dopo il Colosseo s'è tinto di biancoceleste. Veniva voglia di urlare gol.


Da La Repubblica:

Pomeriggio insolito quello vissuto oggi dalla Lazio. Con grande riserbo, infatti, la squadra e lo staff tecnico hanno fatto un'apparizione nel cuore di Roma per effettuare la foto ufficiale della stagione 2012/2013. Ai piedi del Colosseo e dell'Arco di Costantino, tra la sorpresa dei tanti turisti presenti, i capitolini sono scesi dal pullman e hanno iniziato a cambiarsi indossando la divisa celeste. Presente, ovviamente, anche l'aquila Olimpia che ha posato insieme al resto del gruppo. Klose, come sempre il più acclamato dei presenti, ha regalato un simpatico fuori programma degli scatti ufficiali: il tedesco originario della Polonia, ha risposto a una chiamata da parte di un gruppo di turisti polacchi avvicinandosi e conversandoci. L'attaccante ha subito chiesto come mai fossero nella Capitale e mentre i suoi connazionali gli rispondevano è arrivata, inesorabile la sicurezza per cercare di allontanarli. Miro, però, ha subito tranquillizzato il servizio d'ordine con un "sono amici miei", continuando poi a dialogare e scattando insieme a loro anche alcune foto. Altra curiosità: Lulic era l'unico dei presenti a indossare scarpe da ginnastica anziché quelle da calcio con i tacchetti. Probabilmente una misura precauzionale per preservare la caviglia dolorante.


Da Il Messaggero:

La Lazio si è recata al Colosseo per la foto ufficiale della Stagione 2012-13. Nella piazza adiacente l'Arco di Costantino, sono stati realizzati due scatti: il primo con la squadra e lo staff tecnico, il secondo con la squadra e l'aquila Olimpia, il simbolo della Lazio. "Lo scatto fotografico è stato realizzato grazie al supporto delle istituzioni capitoline, in particolare del delegato allo sport di Roma Capitale l'On. Alessandro Cochi, al quale vanno i ringraziamenti della Società", spiega il club biancoceleste.





Torna ad inizio pagina