Domenica 14 novembre 1948 - Genoa, Stadio Luigi Ferraris - Genoa-Lazio 1-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

14 novembre 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1948/49 - X giornata

GENOA: Piani, Sardelli, Pellicari, Grisanti, Cattani, Tortarolo, Trevisani, Formentin, Koenig, Verdeal, Della Torre.

LAZIO: Brandolin, Antonazzi, Piacentini, Magrini, Gualtieri, Alzani, Puccinelli, Todeschini, Penzo (I), De Andreis, Nyers (II).

Arbitro: sig. Tassini di Verona.

Marcatori: pt 20' Koenig.

Note: spettatori 18.000 per un incasso di lire 6 milioni. Giornata ideale, terreno perfetto. Calci d'angolo 4 a 3 a favore del Genoa.

14nov48.jpg

La misura della qualità del gioco espresso la fornisce il pubblico che a fine partita ha fischiato sonoramente le due squadre. Il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, perché il Genoa non ha fatto nulla per vincere e la Lazio non ha demeritato tanto da dover perdere. Anzi, andando un po' più a fondo, almeno i romani hanno messo in campo, pur con un gioco sconclusionato e senza logica, uno spirito garibaldino che il Genoa non ha mostrato. Il gioco dei rossoblù è ormai un caso. Non si capisce lo schema che i giocatori adoperano; i mediani si muovono a caso e la manovra si sviluppa a ondate e senza fluidità. Mai un tentativo di aggiramento, mai un'invenzione, nessuna fantasia. Il ritmo dell'azione è asmatico e gli avversari non fanno fatica a controllare il gioco. La Lazio non ha saputo sfruttare la favorevole opportunità e forse a ciò ha contribuito il recente cambio dell'allenatore, che ancora non ha avuto il tempo di far acquisire ai suoi giocatori la giusta prassi tattica. Il goal del Genoa è scaturito da un rilancio di Sardelli catturato da Formentin sulla tre quarti che la mezz'ala destra ha smistato velocemente a Koenig. L'ex laziale ha sferrato un tiro potente ma Brandolin ha respinto il pallone sui piedi dello stesso attaccante che ha insaccato. Fino a questo momento non si può parlare di gioco; successivamente alla rete ligure si è avuta qualche isolata occasione per i biancocelesti, ma prima Sardelli ha salvato in extremis la propria rete al 37' su Nyers (II) e poco dopo è stato Piani che ha sventato in angolo un bel colpo di testa dello stesso attaccante ungherese. La ripresa ha visto prevalere inizialmente il Genoa e Brandolin ha compiuto qualche discreta parata, poi è stata la Lazio a cercare il pareggio. Infatti al 40' e al 45' Piani ha dato prova della sua bravura, salvando la propria porta sui tiri di Penzo e De Andreis.