Domenica 20 febbraio 1949 - Roma, Stadio Nazionale - Lazio-Palermo 5-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

20 febbraio 1949 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1948/49 - XXVI giornata

LAZIO: Brandolin, Antonazzi, Montanari, Piacentini, Magrini, Alzani, Puccinelli, Penzo (I), Hofling, Flamini, De Andreis. All. Sperone.

PALERMO: Sentimenti II, Boniforti, Casuzzi, Sforza, Milani, Piccinini, Marzani, Vycpalek, Pavesi, Moretti, De Santis.

Arbitro: sig. Bergomi di Milano.

Marcatori: pt 1' Penzo (I), 9' Marzani, st 3' Penzo (I), 14' De Andreis, 19' Penzo (I), 32' Puccinelli.

Note: cielo coperto, terreno ottimo. Calci d'angolo 3 a 2 a favore della Lazio. Presenti in tribuna gli on. Scelba, Gonella e Andreotti.

Spettatori: 20000.

Uno dei goal di Penzo

Il Palermo ha resistito per tutto il primo tempo, terminato sul punteggio di 1-1; poi nella ripresa la squadra isolana è scoppiata e la Lazio, motivatissima, ha dilagato. Il reparto più criticato in questa stagione, l'attacco, si è ritrovato e forse l'innesto del recente acquisto Hofling a centravanti e lo spostamento di Penzo ad interno, hanno portato alla quadratura del cerchio che il tecnico Sperone cercava da molto tempo. Il pubblico è accorso numeroso proprio per vedere all'opera Hofling e il giocatore non ha deluso: padronanza del pallone, chiara visione di gioco e solidità fisica fanno pensare che si sia trattato di un ottimo acquisto. L'attacco, quindi, si è mosso bene e ancor meglio è andato il centro campo. In leggera difficoltà la sempre affidabile difesa, priva, però, di Gradella e con Antonazzi dolorante. Ottimo Piacentini. Il primo goal laziale è stato propiziato da un bel gesto tecnico di Hofling che ha mandato il pallone sulla traversa; ha ripreso la sfera Penzo che ha segnato. Dopo 8 minuti Marzani ha sfruttato un bel lancio di Pavesi e ha battuto Brandolin in uscita. Poi ci ha pensato un gigantesco Milani a togliere le castagne dal fuoco per la sua squadra, respingendo tutto ciò che c'è stato da respingere. Sforza e Piccinini hanno marcato bene le ali laziali e i biancocelesti non sono stati più pericolosi. Nel secondo tempo i laterali hanno capito che Milani era esausto e gli hanno dato supporto tralasciando, di conseguenza, Puccinelli e De Andreis che hanno segnato e fatto segnare. Il risultato finale di 5-1 è ingeneroso per il Palermo, ma la Lazio ce l'ha messa tutta per vincere il match.