Domenica 21 dicembre 1947 - Roma, stadio Nazionale - Lazio-Bari 3-3


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

21 dicembre 1947 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1947/48 - XIII giornata

LAZIO: Gradella, Remondini, Antonazzi, Piacentini, Alzani, Ferri, Vidal, Brunetti, Rosi, Penzo (I), Puccinelli.

BARI: Costagliola, Pellicari, Carlini, Orlando, Lucchi, Isetto, Cavone, Maestrelli, Tontodonati, Hrotko, Spadavecchia.

Arbitro: sig. Gamba di Napoli.

Marcatori: pt 41' Penzo (I), 44' Pellicari (rig), st 3' Penzo (I), 7' Pellicari (rig), 12' Puccinelli, 30' Tontodonati

Note: al 41' pt Costagliola ha respinto un rigore calciato da Remondini. Ambedue le squadre hanno rivoluzionato lo schieramento durante l'incontro.

Tommaso Maestrelli con la maglia del Bari in una foto scattata prima dell'inizio del match

Partita pessima e gioco rabberciato. Questo hanno messo in mostra le due formazioni. E per peggiorare la situazione c'è da aggiungere che non sono mancati fallacci e scorrettezze varie, da parte dei giocatori delle due contendenti. Tutto questo è stato interrotto dai due goal segnati allo scadere del tempo da Lazio e Bari. Il primo, al 41', è scaturito da un fallo, nemmeno grave, di Pellicari su Penzo in area pugliese. Gamba fischia il rigore, dopo un'esitazione, che viene affidato a "sfondareti" Remondini. Gran botta che Costagliola respinge a mani aperte, la palla va a Penzo che tira in corsa e porta la Lazio in vantaggio. Dopo 3 minuti Cavone entra in area laziale, Antonazzi lo abbatte e Gamba indica il dischetto. Batte Pellicari e il pallone s'infila sotto la traversa. La scarsità di belle azioni prosegue nella ripresa. Al 3' Ferri centra morbidamente, il pallone è facile preda di Costagliola che però lo fa rimbalzare per terra senza accorgersi di Penzo che, fulmineo, riesce a toccare la sfera e a spedirla in rete. Il Bari reagisce e al 7' uno spiovente sfiora il braccio di Remondini pressato da Tontodonati. Ancora rigore e ancora Pellicari segna con un preciso e angolato tiro. Passano 5 minuti e la Lazio è ancora in vantaggio: azione Brunetti, Piacentini, Puccinelli; breve corsa dell'ala sinistra che fionda in rete all'angolo basso. Ma la partita non è finita: al 30' Orlando centra e sul pallone si getta Tontodonati che di testa batte Gradella. I migliori delle due squadre sono stati Ferri e Orlando.