Domenica 22 dicembre 1946 - Roma, stadio Nazionale - Lazio-Milan 1-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

22 dicembre 1946 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1946/47 - XIII giornata

LAZIO: Giubilo, Cassano, Carton, Alzani, Gualtieri, Del Pinto, Puccinelli, Magrini, Koenig, Ispiro, De Andreis.

MILAN: Busani, Battaia, Clocchiatti, Bonomi, Foglia, Tognon, Antonini, Annovazzi, Puricelli, Tosolini, Carapellese.

Arbitro: sig. Bellè di Venezia.

Marcatori: pt 4' Koenig, 37' Annovazzi.

Note: spettatori 13.000. Giornata non fredda, campo regolare. Calci d'angolo 6 a 2 per la Lazio.

La formazione laziale: Gualtieri (con il numero 5), Koenig, Magrini, Puccinelli, Giubilo, Cassano, Carton, Del Pinto, Ispiro, Alzani, De Andreis
Un'altra foto della formazione laziale: Carton, Koenig, Magrini, Gualtieri, Alzani, Cassano, Giubilo, De Andreis; Puccinelli, Ispiro, Del Pinto

Le due squadre sono rimaneggiate e non sembrano molto convinte di volersi superare. La gara ha avuto dei ritmi molto lenti e le due difese sono state accorte e prudenti in ogni occasione. I reparti di centrocampo hanno pensato più a contenere che ad offendere e di conseguenza gli avanti sono rimasti isolati alla vana ricerca di uno spunto capace di minacciare i portieri. Il "sistema" che usa il Milan, oggi non ha funzionato e se proprio si dovesse esprimere un giudizio di merito, questo vedrebbe la Lazio in leggero vantaggio come volume di gioco. L'unica cosa bella della giornata, considerato che di cronaca ce ne è pochissima, è stato il goal rossonero al 37' della prima frazione di gioco. Scambio strettissimo e rapido tra Tosolini e Carapellese, tutta la difesa biancoceleste è sorpresa e viene superata in velocità; il pallone giunge ad Annovazzi che, senza pensarci, lascia partire una frustata che Giubilo nemmeno prova a parare. Il goal laziale, al 4' del pt, è scaturito da una furiosa mischia che Koenig ha concluso dalla destra giungendo sul pallone un istante prima di Foglia. Nel secondo tempo le squadre hanno ulteriormente rallentato il ritmo di gioco e non si è registrata nessuna azione degna di essere raccontata.