Domenica 22 settembre 1974 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Roma 0-1


Stagione

Turno precedente

1823. Coppa Italia 1974/75 - Girone 5 - V giornata

LAZIO: Pulici F., Petrelli, Martini L., Wilson, Oddi, Nanni (76' Franzoni), Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi, D'Amico (65' Badiani). (12° Moriggi, 13° Polentes, 14° Inselvini) All. Maestrelli.

ROMA: Conti, Peccenini, Rocca, Cordova, Batistoni, Santarini, Negrisolo, Morini, Prati, De Sisti, Spadoni. (12° Ginulfi, 13° Liguori 14° Cavalieri, 15° Penzo, 16° Curcio). All. Liedholm.

Arbitro: sig. Picasso di Chiavari.

Marcatori: 61' Prati.

Note: bella serata, terreno leggermente allentato per la pioggia caduta nella notte e nella mattinata. Ammonito all' 89° Chinaglia per proteste. Antidoping positivo per Morini, Conti, Santarini, Franzoni, Garlaschelli e D'Amico.

Spettatori: 60.000 circa di cui 45.985 paganti per un incasso di £. 208.458.500

Chinaglia dopo gara

Una irriconoscibile Lazio soccombe nel derby di Coppa Italia facendo così perdere l'imbattibilità nelle stracittadine al suo allenatore Maestrelli. Decide un gran colpo di testa di Prati al 61' dopo che i giallorossi avevano più volte sfiorato la marcatura. Al 38' era Spadoni a sfiorare il goal tirando a fil di palo, mentre al 41' era Negrisolo a sprecare una rete praticamente fatta. Al 43' gran parata di Pulici su tiro di Rocca, palla a Spadoni che spreca. Poco prima l'allenatore dei giallorossi aveva mandato Morini su un'inarrestabile Re Cecconi togliendolo a De Sisti che fino ad allora aveva subito le sfuriate nel centrocampista Laziale. E la mossa si era rivelata esatta. Chinaglia, fischiatissimo per tutta la gara, dai romanisti, rimaneva imbrigliato nella tela della difesa. La Lazio provava a reagire, ma il centrocampo non riusciva a giocare come suo solito, con Frustalupi in chiara difficoltà e D'Amico evanescente. Gli ingressi di Badiani e Franzoni non cambiano gli equilibri. Il risultato finale era giusto. A fine partita scene di delirio dei tifosi giallorossi per anni rimasti all'asciutto, per la Lazio il rammarico di aver perso e 14 giorni per recuperare gioco e concentrazione in vista del campionato.





Torna ad inizio pagina