Domenica 26 dicembre 1948 - Roma, Stadio Nazionale - Lazio-Sampdoria 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

26 dicembre 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1948/49 - XVII giornata

LAZIO: Gradella, Antonazzi, Piacentini, Gualtieri, Remondini, Montanari, Puccinelli, Magrini, Penzo (I), De Andreis, D'Avino.

SAMPDORIA: Lusetti, Ballico, Zorzi, Coscia, Bertani, Gramaglia, Rebuzzi, Bassetto, Baldini, Curti, Gei.

Arbitro: sig. Camiolo di Milano.

Marcatori: pt 10' Magrini, st 37' D'Avino.

Note: spettatori 30.000. Giornata fredda ma soleggiata. Terreno in ottime condizioni. Al 2' Zorzi s'infortuna ed è costretto a spostarsi all'ala sinistra. Al 39' espulsi Puccinelli e Gei. Calci d'angolo 5 a 3 a favore della Lazio. Presenti in tribuna l'on. Andreotti e il presidente del CONI Giulio Onesti. E' stato osservato un minuto di raccoglimento per la morte della madre del giocatore Alzani. Per lo stesso motivo la Lazio ha giocato con il lutto al braccio.

E' stata la partita più bella disputata dalla Lazio in questa stagione. Il risultato di 2-0 non rivela la superiorità dei biancocelesti nei confronti dei sampdoriani, che possono trovare l'unica attenuante nell'infortunio subito da Zorzi al 3' del primo tempo. Dunque la Samp ha interrotto a Roma la lunga serie di risultati positivi, ma oggi si è trovata di fronte una squadra che non ha sbagliato nulla. La partita è stata spigolosa a causa dell'estremo vigore che i biancocelesti hanno messo in campo con interventi al limite dell'ortodossia regolamentare. I laziali sono arrivati prima su ogni pallone, mentre i liguri hanno manovrato con flemma e freddezza esagerati. Questa volta, di fronte all'impeto e alla determinazione dei padroni di casa, gli ospiti non hanno potuto mostrare quel gioco che ha permesso loro di vincere tante partite prestigiose. Non ci sono sampdoriani che hanno brillato particolarmente. Nella Lazio tutti bravi con particolare lode al rientrante Gradella e poi Antonazzi, Remondini, Magrini, Piacentini, Gualtieri. La Lazio ha concluso in porta 13 volte mentre la Sampdoria ha tirato 2 sole volte.