Giovedì 29 febbraio 1968 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Sparta Praga 0-1


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

29 febbraio 1968 - Amichevole 1967/68

LAZIO: Di Vincenzo (Cei), Zanetti (Oddi), Adorni (De Luca), Ronzon (Castelletti), Soldo (Paparelli), Governato ( Marchesi), Fortunato (Brai), Massa (Gagliardi), Sassaroli (Fava), Carosi (Cucchi), Mari (Dolso). All. Lovati.

SPARTA PRAGA: Kramerius (Kouba), Kollar, Ticky, Semendak, Chovanek, Dyba, Jurkanin, Pospichal, Kvasnak, Masek 68' (Kos), Vrana. All. Sedlacek.

Arbitro: Piantoni.

Marcatori: 63' Masek.

Note: splendido pomeriggio, temperatura primaverile; campo in ottime condizioni. Presente in tribuna Munoz allenatore del Real Madrid . Calci d'angolo: 4-4 (2-3).

Spettatori: 5.000 circa per un incasso di oltre 3 milioni di lire.

Amichevole di lusso per la Lazio contro i campioni di Cecoslovacchia che di lì a qualche giorno saranno impegnati nei quarti di finale di Coppa dei Campioni con il Real Madrid. Lovati, da poco sulla panchina biancoceleste dopo l'esonero di Gei, cerca nuove indicazioni per rimettere in sesto la mediocre classifica in Campionato. Occhi puntati soprattutto sul giovanissimo Massa, talento della formazione De Martino, ormai prossimo al debutto in prima squadra. Partita gradevole ma senza grandi emozioni sino circa al 30' allorché Sassaroli sfiora il vantaggio con un bel tiro fuori di poco. Dopo l'immediata replica boema con Masek, a cui si opponeva con temeraria uscita Di Vincenzo, ancora romani pericolosi con Governato. Poco prima del riposo Kvasnak spedisce fuori da favorevole posizione. Molti cambi a inizio ripresa operati da Lovati e Lazio comunque vogliosa. Lo Sparta risponde bene con i suoi solisti. Bravo Cei al 53' che, con l'aiuto di Oddi ,riesce a frenare lo sgusciante Pospichal. Dieci minuti dopo arriva il goal decisivo. Kvasnak vince un contrasto a metà campo e lancia Masek che si libera di Oddi, converge verso il centro, e con un diagonale forte e preciso supera Cei. La Lazio reagisce non trovando però molti spazi in avanti. Solo alla mezz'ora matura l'occasione più propizia. Dolso dribbla due avversari e si presenta tutto solo di fronte a Kouba il quale riesce però a rimediare con un'uscita perfetta. La partita scivola via sino al 90' senza grandi spunti con gli ospiti che controllano bene il gioco a metà campo.

29feb68.jpg