Mercoledì 12 agosto 1992 - Terni, stadio Liberati - Ternana-Lazio 0-4


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

12 agosto 1992 - Amichevole pre-campionato 1992/93

TERNANA: Taglialatela, Rossi, Farris, Evangelisti (82' Caramelli), Bertoni (82' Della Pietra), Atzori, Gazzani (55' Cavezzi), Consonni, Tovalieri, Maiellaro, F.Fiori (58' Mazzoni). All. Clagluna .

LAZIO: Fiori (46' Di Sarno), Corino (75' Bergodi), Favalli, Bacci, Bonomi, Cravero (46' Madonna), Fuser, Doll (70' Stroppa), Riedle (63' Neri), Winter (67' Marcolin), Signori. All. Zoff.

Arbitro: Misticoni (Ascoli Piceno).

Marcatori: 23' Fuser, 40' Doll, 50' Winter, 90' Neri.

Note:

Spettatori:


Il biglietto della gara

Esordio italiano della Lazio di Dino Zoff. Avversario la Ternana dell'ex Clagluna, neopromossa in Serie B. Mancano Luzardi, Sclosa, Gregucci e Marcolin ma a Zoff non difettano certo le soluzioni di ricambio. E' una Lazio ancora da scoprire, sicuramente una squadra che deve ancora mostrare il suo vero volto. Del rientro di Gascoigne per ora non se ne parla, anche se l'ambiente sembra per ora pago delle trovate burlone di "Gazza". La Lazio affronta la Ternana con molta sufficienza. Winter, nettamente il migliore, gioca da centrocampista arretrato. Doll si concede lunghe pause, Riedle, che farebbe bene a non rimpiangere troppo Ruben Sosa per evitare malumori tra i compagni, gioca in avanti assieme a Signori.

Cravero, già promosso capitano (e l'ingaggio che percepisce giustifica la promozione !) tiene in piedi una difesa non troppo convincente sia in Bonomi che in Favalli ma anche in Corino. La Lazio non si danna ma impone una netta superiorità tecnica che, al 23', le frutta un fortunoso gol. Fallo su Riedle, spesso svogliato, punizione da 30 metri di Fuser, barriera bucata e rasoterra che sorprende Taglialatela, incerto portiere ternano. Gli umbri tentano una reazione (che grinta l'ex romanista Tovalieri !) che Cravero ed anche Bonomi bloccano sul nascere. Il gioco non è esaltante ma è prevedibile perchè i laziali sono al termine del loro lungo primo periodo di preparazione. Lunedì prossimo, contro l'Atletico Mineiro, è previsto del resto l'esordio romano e sicuramente la squadra di Zoff farà vedere qualcosa di meglio.

Le considerazioni sulla Lazio di Terni, prima della girandola delle sostituzioni, sono le seguenti. Winter è il più in forma, sicuramente il perno del centrocampo. Doll vuole essere titolare fisso ma deve dimostrare sul campo di avere tale diritto. Proprio il tedesco, comunque, al 40' sigla la seconda rete su centro di Fuser anche se la palla era stata recuperata nettamente fuori e l'arbitro l'ha ignorato. Quasi in vacanza Riedle mentre ha positivamente sorpreso Fuser, instancabile e sempre prezioso. Non ha convinto la difesa e, da Favalli in particolare, ci si aspetta di più. Ma in verita' Fiori non ha effettuato un solo intervento anche per la scarsa consistenza offensiva della Ternana, peraltro poco fortunata nelle azioni delle due reti.

Certo, in questa squadra l'apporto di un giocatore come Marcolin sara' determinante. Nella ripresa al 5' delizioso gol di Winter, una prodezza personale, una rete strameritata perchè l'olandese ha superato in velocità ben tre avversari. Estasiato il presidente Sergio Cragnotti che ha visto "una grande Lazio", uno "straordinario Winter" ed ha poi annunciato due assunzioni societarie (si parla di Moggi e Pennacchia). Poi, proprio al 90', la quarta rete, di testa, del tornante Neri. Tutto facile dunque per la Lazio ed un secondo tempo utile soprattutto a Zoff per vedere all'opera l'intera rosa dei titolari che aveva a disposizione nella serata. La Lazio dei miliardi a tratti ha convinto, a tratti no.