Mercoledì 15 marzo 1961 - Roma, stadio Flaminio - Lazio-Como 4-0


Coppa Italia 1960/61 - Ottavi di finale.

(xxx^ ufficiale - xxx^ Coppa Italia)

Lazio: Pezzullo, Pagni, Del Gratta, Carradori, Napoleoni, Carosi, Bui, Pozzan, Rozzoni, Morrone, Prini. All. Flamini. D.T. Carver.

Como: Geotti (46' Lonardi), Valpreda, Corsini, Letari, Boriani, Moretti, Stefanini II, Governato, Teneggi, Muccinelli, Meroni. All. Baldini.

Arbitro: Marchese (Napoli).

Marcatori: 48' Rozzoni, 49' Morrone, 50' Carradori, 71' Rozzoni.

Note: giornata primaverile, terreno in buone condizioni. Calci d'angolo : 9 - 3 a favore della Lazio

Spettatori: 7.000 con 5.000 paganti per un incasso di £.1.800.000.

Lazio ampiamente rinnovata per questo primo impegno stagionale in Coppa Italia. Carver dà spazio ai giovani contro un Como che in serie B dopo un grande inizio di Campionato ha avuto un brusco ridimensionamento. E' Morrone, tenuto da varie settimane in naftalina, il giocatore subito in partita. Al 2' serve un pallone magnifico per Rozzoni che viene preceduto da una coraggiosa uscita di Geotti. Più tardi l'argentino salta come birilli tre avversari e smista ancora per Rozzoni che viene neutralizzato da un recupero di Corsini. Al 12' la replica dei lariani con Governato il cui tiro non crea eccessivi problemi a Pezzullo. Ancora Morrone protagonista al 21' (tiro fuori) e al 24' quando Marchese annulla un suo goal per un fuorigioco che appare inesistente. Romani padroni del campo, ma il risultato non si sblocca. Geotti vola per abbrancare un pallone spizzato dalla testa di Rozzoni, quindi Moretti sfiora la clamorosa autorete al 33'. In chiusura di tempo due tentativi sfortunati di Bui e Rozzoni. Alla ripresa del gioco Baldini sostituisce tra i pali Geotti con Lonardi. Il neoentrato subisce in 120 secondi, senza far nulla, tre reti dai romani. Al 48' Rozzoni scarica un diagonale forte e preciso su imbeccata di Morrone, il quale va a segno subito dopo con un tiro secco. Terza rete al 50' di Carradori che raccoglie di testa un lungo traversone di Bui e mette il pallone a fil di palo. Al 58' il Como potrebbe accorciare con il giovane Meroni, ma Napoleoni, con una strepitosa rovesciata salva sulla linea di porta. Biancocelesti che giocano in scioltezza rendendosi pericolosi con una punizione di Morrone e uno spunto di Bui. Al 71' arriva il quarto sigillo di giornata. E' ancora Rozzoni a far centro catapultandosi su un cross radente di Bui. In chiusura grande intervento di Pezzullo su cannonata di Teneggi. Lazio che chiude soddisfatta la partita e comitiva subito in partenza per Formia a prepare il Derby della domenica successiva.