Siclari Valentina



Valentina Siclari (2015/16)
(Foto Cassella Divisione C5)
Valentina Siclari (Ottobre 2016)
Corrsport del 30/05/2013
Valentina Siclari (2014/15)
Valentina Siclari (2013/14)
Valentina Siclari con la
Pro Reggina 97 (2012/13)
Valentina Siclari con la
Pro Reggina 97 (2011/12)
Valentina Siclari con
l'Olimpus (2016/17)
Valentina Siclari con
il Pescara (2017/18)

Valentina Siclari, nata a Reggio Calabria il 26 aprile 1989, è una giocatrice, nazionale italiana, di Calcio a 5 Femminile.

Proveniente dalla Pro Reggina dove ha giocato per molti anni partecipando anche alla Finale Scudetto da 14enne nel 2002/03 persa proprio contro la Lazio di allora (chiamata Nuova Associazione Sportiva Lazio Calcio a 5), ma vincendo lo Scudetto nel primo anno della Serie A (2011/12) proprio con la sua Pro Reggina, ha vestito la maglia della Lazio C5 Femminile nel triennio 2013-2016 segnando ben 83 gol totali equamente suddivisi tra le stagioni (35 il primo anno, 31 il secondo e 17 il terzo). Nella "Stagione dei Record" (2013/14) vince la Prima Coppa Italia e il 5° Scudetto, e l'anno successivo si fregia immediatamente della Supercoppa Italiana 2014 nella gara unica di Fiano contro la Ternana. Questa continuità nelle marcature e il suo rendimento generale contribuiscono, insieme ai 3 trofei vinti, alla convocazione alla prima amichevole della Nazionale Italiana di Calcio a 5 Femminile per la "Notte Magica" del 25/06/2015.

A Giugno 2016, al termine del suo triennio in biancoceleste, annuncia il suo "divorzio" dalla Lazio C5 Femminile sulla sua pagina Ufficiale Facebook trasferendosi all'Olimpus. Rimane tra le blues per un anno soltanto conquistando un altro double (Scudetto e Coppa Italia) e poi si trasferisce al Pescara per la stagione 2017/18.

Ad Agosto 2018 si trasferisce in Puglia andando a giocare con la Futsal Salinis.


Maggio 2013 - Arrivo alla Lazio C5 Femminile

Hanno vinto uno storico scudetto lo scorso anno con la Pro Reggina, quest’anno un altro campionato magico per le ragazze di Reggio Calabria sempre protagoniste. Valentina Siclari, Pamela Presto e Marcella Violi per la prossima stagione hanno scelto di indossare la maglia biancoceleste e di mettersi in gioco ripartendo da zero. Dopo dieci anni a Reggio Calabria, che effetto fa cambiare squadra e città? “E’ stata una scelta dura, qui non ci sono sbocchi e la società era in un momento delicato. Siamo tristi perché lasciamo la città e la squadra dove siamo nate calcisticamente. Siamo arrivate bambine e ce ne andiamo dopo aver vinto uno scudetto con la maglia della nostra città”. C’è un po’ di paura? “Essere arrivate in tre ci da forza perché ci conosciamo bene e sinceramente era quello che speravamo”. Perché la Lazio? “La Lazio è un’emozione unica per noi che veniamo da una realtà diversa. Merito al mister Enzo Tramontana, un secondo padre fuori e dentro il campo che ci ha cresciuto e insegnato tante cose. Merito suo se ora indossiamo una maglia così importante”. Mister Calabria vi ha voluto qui alla Lazio, com'è stato il primo impatto con lui ? “Mi sembra un allenatore che sa quello che vuole, ci ha spiegato la sua idea di futsal e mi ha trasmesso tranquillità, il primo impatto è stato senza dubbio positivo”.

Fonte: SS Lazio C5 Femminile (commento del 29/05/2013)


Agosto 2015 - Conferma 3° Anno alla Lazio C5 Femminile

Siclari: "Sarà una stagione importante, dentro e fuori dal campo". Tre, dicono, sia il numero perfetto. Tre come gli anni alla Lazio per esempio. Oppure tre come loro, Siclari, Violi e Presto, arrivate alla Lazio insieme, unite anche nelle prime uscite ufficiali della Nazionale e insieme, oggi, per il terzo anno alla Lazio. Tra obiettivi e sogni, le parole di Valentina Siclari. Valentina, questo è il terzo anno di contratto, potevi rescinderlo ma sei voluta rimanere, giusto? “Credo da sempre nel progetto Lazio ed è per me come una seconda casa. Anche se fossi stata svincolata sarei rimasta, qui sono sempre stata bene e spero di trovarmi ancora meglio quest’anno”. Un anno speciale questo per te, a partire dalla Nazionale. “Sicuramente la Nazionale è uno stimolo in più per fare bene e spero di ritagliarmi un posticino grazie a quello che farò vedere in campo con la Lazio. La Nazionale te la devi sudare attraverso i risultati che raggiungi con il tuo club, lavorando bene e intensamente”. … e poi le scuole calcio ora che sei ufficialmente un’allenatrice? “Già lo scorso anno ho avuto la possibilità di allenare tanti bambini, abbiamo fatto esperienze fantastiche e importanti che spero di ripetere anche quest’anno. La società sta lavorando bene per quanto riguarda le scuole calcio e per noi ragazze questa è un’opportunità in più. Quando smetterò di giocare mi piacerebbe lavorare nello sport e con i ragazzi, imparare oggi è fondamentale per un domani”. Un gruppo consolidato di cui te insieme a Violi e Presto siete la colonna portante. Pochi innesti ma tutti di qualità che andranno ad arricchire il gioco del mister Roberto Lelli, che ne pensi? “Sono davvero entusiasta della scelta dell’allenatore e spero che riesca a soddisfare le nostre aspettative tattiche e tecniche. Il gruppo mi piace molto, per lo più è rimasto quello della scorsa stagione e con alcune siamo già al terzo anno insieme. Un percorso di crescita importante e un attaccamento alla maglia che spesso in altre società non si vede”. Il mister punta molto sulle italiane, una buona occasione in chiave Nazionale? “Finalmente qualcuno che punta su di noi…… No, a parte gli scherzi, sono felice che la società e il mister abbiano scelto la linea per lo più italiana perché, io personalmente, in me stessa e nelle italiane ci ho sempre creduto”. Obiettivi annuali in campo e fuori? “Il campionato formulato in questa maniera mi ricorda molto quello del primo anno con partite che saranno tutte equilibrate e avvincenti. Spero di riuscire a fare bene come ho fatto il primo anno di Serie A. Quell'anno con la Pro Reggina vincemmo lo scudetto, chissà… Obiettivi fuori dal campo? Laurearmi e lavorare tanto e bene con i bambini”. I tifosi sono carichi, l’ambiente anche. Un messaggio? “Speriamo di darvi delle belle soddisfazioni, vi aspettiamo tutti a Fiano Romano perché abbiamo bisogno di voi!!! Manca poco!”.

Fonte: SS Lazio C5 Femminile (commento del 21/08/2015)


Giugno 2016 - Fine Rapporto con la Lazio C5 Femminile e Trasferimento all'Olimpus

Iniziare un nuovo cammino spaventa. Ma dopo ogni passo che percorriamo ci rendiamo conto di come era pericoloso rimanere fermi"...ed è arrivato il momento di cambiare....una Coppa Italia, uno Scudetto e una SuperCoppa Italiana...è questo quello che la Lazio mi ha regalato...ma soprattutto la fortuna di poter giocare e allenarmi ogni giorno con alcune delle piú forti giocatrici al mondo ... ringrazio TUTTE le persone che hanno fatto parte della Lazio in questi tre anni...ringrazio il Presidente Valerio Piersigilli per tutto quello che ha fatto per noi... e un ringraziamento particolare va agli ORGOGLIOSI sempre presenti e sempre vicino alla squadra, a loro dico che ho dato tutto per questa maglia fino all'ultima partita...faccio un in bocca a lupo a tutte le mie compagne di squadra augurando a ognuna di loro il meglio per il futuro...alle "calabresi" dico : "ci vediamo a Reggio per le vacanze" perché una famiglia è sempre una famiglia al di là della maglia al di là di TUTTO...

Fonte: Pagina Facebook Personale (commento del 24/06/2016)


Valentina Siclari è una giocatrice dell’Olimpus. Ad annunciarlo è il club di Roma nord che si prepara ad accogliere l’ormai ex giocatrice della Loggia Vernici Lazio. Laterale, classe ’89, punto fermo della Nazionale Italiana Femminile, Siclari si unirà alle sue compagne per la preparazione estiva. “Siamo orgogliosi di avere all’Olimpus una quota azzurra del suo livello – le parole di Andrea Verde e Renato Serafini, Presidente e Vicepresidente del club – abbiamo aggiunto un altro tassello importantissimo per la squadra che stiamo costruendo, una giocatrice di indubbie qualità, sia umane che sportive. Le diamo il benvenuto nella nostra famiglia”. A seguire, le parole di Siclari, nella sua prima intervista da giocatrice dell’Olimpus. Cosa ti ha spinta venire in questa Società? “Sono stata contentissima che la Società abbia pensato a me. Il mio desiderio più grande era restare a Roma. Non ci ho pensato due volte a dire sì. Conosco molte persone che sono state lì. L’Olimpus è una Società di Serie A con in mente un grande progetto”. C’è un vero “gruppo Lazio” all’interno dell’Olimpus. Con te, giocheranno all’Olimpus anche Lucileia e Lisi, due atlete con le quali hai un buon feeling in campo. Quale sarà il vostro apporto ? “Penso che avere un gruppo di giocatrici che si conoscono sia una cosa positiva, il gruppo è un elemento fondamentale in una squadra”. Veniamo alla Nazionale: quali obiettivi ti sei prefissa? “Spero di continuare il percorso che ho fatto quest’anno. A Milano abbiamo vinto contro la Slovacchia e mi auguro che riusciremo a partecipare al mondiale. Per noi sarebbe l’occasione per crescere come nazionale”. Dalla maglia azzurra a quella blues. Dove arriverete con l’Olimpus? “Penso che la squadra sia abbastanza forte per poter combattere su più campi. Spero di poter andare più avanti il possibile in tutte le competizioni”.

Fonte: Sito Ufficiale Olimpus (commento del 25/06/2016)


Giugno 2017 - Fine Rapporto con l'Olimpus

Lucileia, Taty e Siclari non giocheranno nell’Olimpus nella prossima stagione. A comunicarlo sono i vertici del club di Roma nord. “Abbiamo appreso a malincuore la loro decisione di non restare. Una scelta che ci lascia perplessi perché arrivata dopo la vittoria di due trofei importanti che permetteranno il prossimo anno all’Olimpus Roma di competere su quattro fronti”. Questa la nota della Società.

Fonte: Sito Ufficiale Olimpus (commento del 23/06/2017)


Palmares

1 Scudetto.png Scudetto nel 2013/14

1 Coppa Italia.png Coppa Italia nel 2013/14

1 Supercoppa italiana.jpg Supercoppa Italiana nel 2014/15



Scheda aggiornata a Settembre 2018.



Torna ad inizio pagina