Venerdì 21 agosto 1992 - Roma, stadio Olimpico - Lazio-Espanol di Barcelona 2-1


Stagione

Amichevole precedente - Amichevole successiva

21 agosto 1992 - Amichevole pre-campionato 1992/93

LAZIO: Fiori, Bonomi (63' Corino), Favalli (55' Marcolin), Bacci (46' Sclosa) , Gregucci, Cravero, Fuser, Djair, Riedle (56' Neri), Winter (76' Bergodi), Signori (46' Stroppa). A disp.: Di Sarno, Madonna. All. Zoff.

ESPANOL: Emilio (46' Biurrun), Kuznetsov (46' Elguezabal), Sergio, Eloy, Moy, Mino, Korulev (46' Lluis), Francisco (59' Angel Luis), Fonseca (79' Escaich), Ayucar, Urbano. A disp.: Cuesta. All. Novoa.

Arbitro: Sig. Cesari di Genova.

Marcatori: 30' Francisco, 34' Riedle, 70' Neri.

Note: corner 6-5 per la Lazio.

Spettatori: 13.158 per un incasso di L. 304.475.000.

Una partita tra luci e ombre quella che sostiene la Lazio di Zoff in questa amichevole contro un'avversaria di buona caratura come l'Espanol. La prima mezz'ora trascorre tra gli sbadigli del pubblico per il gioco compassato espresso dalle due contendenti. Solo il debutto all'Olimpico del giovane brasiliano Djair, il quale mostra piedi buoni e una discreta visione di gioco, accende un po' d'interesse tra i tifosi biancocelesti. Gli spagnoli, dopo qualche velleitaria iniziativa dei romani, prendono il pallino del gioco e riescono a passare al 29' con una punizione calciata da Francisco che, complice una leggera deviazione della barriera, risulta imparabile per Fiori. Gli ospiti insistono e mancano di un soffio il raddoppio con Fonseca che elude Bonomi e si presenta solo al cospetto di Fiori che è molto bravo a dire di no con un'uscita a valanga. Al 34' giunge inaspettato il pareggio. Signori lavora con maestria un pallone e serve un assist per Riedle che in corsa e al volo fulmina Emilio. Nella ripresa i due allenatori operano parecchie sostituzioni ma la partita rimane sui binari del primo tempo. Dopo che Fiori deve sbrogliare una difficile situazione al 65', la Lazio arriva al vantaggio. Azione impostata da Gregucci, proseguita da Winter che lancia sull'out Stroppa che crossa al centro per l'accorrente Neri che non sbaglia. Il pubblico inizia finalmente a scaldarsi e a incitare la squadra che chiude in sicurezza la sua esibizione.