Oddo Massimo

Da LazioWiki.

Massimo Oddo
Massimo Oddo riceve un omaggio dal sindaco di Sendai durante il ritiro della stagione 2004/05
Il saluto di Massimo Oddo ai tifosi biancocelesti sul Corriere dello Sport
Massimo Oddo

Difensore, nato a Città Sant'Angelo (PE) il 14 giugno 1976.

Figlio dell'allenatore Francesco Oddo (ex calciatore). Cresciuto prima nelle giovanili del Renato Curi di Città Sant'Angelo, poi in quelle del Milan nel 1993.

Inizia la carriera nel Fiorenzuola nella stagione 1995/96 per poi proseguire con il Monza, Prato, Lecco, di nuovo Monza e dal 1999/00 al Napoli. La stagione seguente passa al Verona dove rimane due stagioni per un totale di 64 presenze e ben 9 reti. Passa alla Lazio nel 2002. Disputando 4 stagioni e mezza in maglia biancoceleste per poi passare al Milan durante il mercato di gennaio 2007. In concomitanza con tale trasferimento dedica un'intera pagina del Corriere dello Sport del 25 gennaio 2007 a tutti i tifosi laziali spendendo bellissime parole per salutarli. Nella stagione 2008/09 passa in prestito al Bayern Monaco che non lo riscatta. Torna al Milan dove milita per altri due anni. Il 31 agosto 2011 viene ceduto in prestito al Lecce. Nel 2013 inizia la carriera di allenatore prima con gli allievi del Genoa, poi al Pescara Primavera. Promosso in prima squadra con gli abruzzesi, sfiora la promozione in A dopo i play off. Riesce nell'impresa l'anno successivo (2015/16). Confermato sulla panchina in serie A viene esonerato dopo la 24ª giornata e sostituito da Zdenek Zeman. Il 21 novembre 2017 diventa l'allenatore dell'Udinese al posto dell'esonerato Delneri, viene esonerato a quattro giornate dalla fine. Nell'ottobre 2018 subentra al posto di Giovanni Stroppa come allenatore del Crotone in Serie B. Si dimette il 28 dicembre 2018. Il 7 giugno 2019 diventa l'allenatore del Perugia, a gennaio 2020 viene esonerato. Richiamato in panchina nel luglio successivo perde gli spareggi play-out contro la sua ex squadra del Pescara. Ad agosto risolve consensualmente il contratto con la società umbra e dieci giorni dopo diventa nuovamente allenatore del Pescara. A novembre 2020 viene esonerato.

Con la Lazio colleziona 135 presenze e 17 reti in Campionato. Nel 2006 è Campione del Mondo con la Nazionale azzurra.



Palmares[modifica | modifica sorgente]





Torna ad inizio pagina