Domenica 15 dicembre 1974 - Torino, stadio Comunale - Torino-Lazio 2-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

15 dicembre 1974 - 1833 - Campionato di Serie A 1974/75 - X giornata - inizio ore 14,30

TORINO: Pigino, Lombardo M., Santin, Mozzini, Cereser, Agroppi, Graziani F., Ferrini, Sala, Zaccarelli, Pulici P. (67' Salvadori). (12 Sattolo, 14 Callioni). All. E.Fabbri (in panchina Sentimenti (III)).

LAZIO: F.Pulici, Ghedin, Polentes, Wilson, Oddi, Martini, Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi, Badiani. (12 Moriggi, 13 D'Amico, 14 Franzoni). All. Maestrelli.

Arbitro: sig. Casarin (Milano).

Marcatori: 57' Martini, 66' Graziani F., 73' Martini (aut), 78' Mozzini (aut).

Note: pomeriggio di sole, temperatura mite. Ammonito Agroppi per comportamento non regolamentare, calci d'angolo 10-7 per il Torino. Sorteggio antidoping per Sala, Zaccarelli, Ferrini, Ghedin, Garlaschelli, Badiani. Leggero infortunio a Paolo Pulici, uscito per risentimento muscolare agli adduttori.

Spettatori: 32.224 di cui 15.146 abbonati e 17.078 paganti per un incasso di 51.948.000 lire.


Torino e Lazio, appaiate in classifica dietro la Juventus, danno vita ad uno dei big-match della giornata. Maestrelli, privo di Nanni infortunato, schiera Martini a centrocampo e Polentes in difesa. La gara è subito molto tattica, quasi noiosa e la prima vera azione è di Chinaglia che prova a superare Pigino con un pallonetto, ma la palla finisce fuori. Dall'altra parte Paolo Pulici precede il suo omonimo portiere della Lazio, ma neanche lui è fortunato nella conclusione. Oddi, intanto, blocca egregiamente Graziani mentre Agroppi ha la meglio su Re Cecconi. Il primo tempo, quindi, vola via tra gli sbadigli di un pubblico annoiato.

La ripresa inizia in sordina, fino a svegliarsi al 57', quando arriva la doccia fredda per i granata. Frustalupi lancia da destra a sinistra Oddi che duetta con Martini ed il terzino riceve smarcatissimo sul piede sinistro; gran botta nell'angolo, imparabile per Pigino, ed è il vantaggio biancoceleste. La gara si sveglia improvvisamente: i granata reagiscano con tre tentativi infruttuosi di Pulici, Sala e Santin ma al 66' arriva il pareggio: Santin serve Graziani in area e l'attaccante, pur controllato da Wilson, si gira e tira di sinistro con la sfera che picchia contro la faccia interna del palo e s'insacca.

Il Toro adesso ci crede e passa addirittura in vantaggio al 73': Wilson salva in corner su Zaccarelli e sull'angolo battuto da Sala, dopo una serie di rimpalli, lo stesso Zaccarelli raccoglie al volo e tira verso la porta, con la palla che batte su Martini, alzandosi ed infilandosi sotto la traversa. I biancazzurri reclamano per un gioco pericoloso di Agroppi, ma l'arbitro convalida la marcatura.

La Lazio a questo punto si butta in avanti alla ricerca del pareggio che arriva cinque minuti dopo. E' Chinaglia che, ricevuta la palla, la deposita al centro sui piedi di Badiani che tira a colpo sicuro, con la sfera che carambola su Mozzini e finisce in rete. La difesa granata tuttavia è apparsa ferma facilitando così il pareggio laziale. Ma le emozioni per il pubblico non finiscono qui. All'87' un intervento falloso di Ghedin su Sala fa gridare al rigore ma il fallo, per l'arbitro, è iniziato fuori area e così il direttore di gara assegna la punizione dal limite fra le proteste granata. Il successivo tiro è però neutralizzato dalla difesa biancazzurra. Termina qui la gara con la Lazio che porta a casa un buon punto su un campo storicamente ostico. La rincorsa alla Juventus prosegue.