Domenica 15 febbraio 1948 – Milano, stadio San Siro - Milan-Lazio 5-2


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

15 febbraio 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1947/48 - XXII giornata

MILAN: Rossetti, Gratton, Toppan, Bonomi, Foglia, Tognon, Burini, Annovazzi, Raccis, Antonini, Carapellese.

LAZIO: Giubilo, Remondini, Piacentini, Ferri, Antonazzi, Alzani, Magrini, Lombardini, Penzo (I), Flamini, Cecconi.

Arbitro: sig. Zilli di Reggio Emilia.

Marcatori: pt 15' Raccis, 43' Cecconi, st 11' Carapellese, 17' Burini, 22' Penzo (I), 32' Carapellese, 37' Annovazzi.

Note: spettatori 21.000. Pallido sole, temperatura tiepida, campo buono. Calci d'angolo 13 a 0 per il Milan.

15feb48.jpg

La Lazio del nuovo allenatore Tognotti ancora porta le scorie delle scriteriate scelte tattiche attuate da Cargnelli nel girone d'andata. Anche oggi la squadra si è schierata con un mezzo sistema nel primo tempo e con il sistema totale nella ripresa. Tognotti dovrà lavorare molto per abituare la squadra ad assumere il modulo più adatto, perché i giocatori appaiono ancora confusi e disorientati. Il Milan ha stentato per un po', ma poi si è liberata delle sue paure recenti e delle contestazioni del pubblico e ha finito per schiacciare i biancocelesti. La Lazio possiede giocatori di indubbio valore: Remondini, Flamini, Lombardini, Penzo, Ferri, Cecconi e Piacentini hanno destato ottima impressione e con un migliore assetto tattico questa squadra ha tutte le potenzialità per potersi riprendere. Visti i numerosi goal è opportuno passare alla cronaca. Al 15' Raccis, dopo un calcio di punizione battuto da Gratton e un'uscita a vuoto di Giubilo, segna il primo goal per il Milan. La Lazio non reagisce e le occasioni per il Milan si moltiplicano copiose. La Lazio subisce, ma al 43', grazie ad un'esitazione di Tognon, Cecconi ha uno stupendo guizzo e pareggia. Il Milan subisce il contraccolpo e all'inizio della ripresa il gioco passa tra i piedi dei romani. Improvvisamente all'11' Carapellese, in posizione d'interno, raccoglie un angolo di Annovazzi e porta in vantaggio i rossoneri. A questo punto il Milan insiste e acquista sicurezza. Al 17' Burini scambia con Carapellese e con una prodezza segna un goal molto bello. Al 22' Lombardini scende di prepotenza e porge a Penzo che batte Rossetti imparabilmente. Coraggiosamente i capitolini si gettano all'attacco e per poco non pareggiano con Lombardini. Ci pensa Carapellese a rassicurare tutti con una delle sue tipiche azioni. Parte da centrocampo, supera in dribbling Piacentini, Remondini e il portiere Giubilo e depone in rete a porta vuota. Al 37' una legnata dalla distanza di Annovazzi portava a 5 le reti di un ritrovato Milan.