Domenica 8 febbraio 1948 – Genova, stadio Luigi Ferraris - Sampdoria-Lazio 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

8 febbraio 1948 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1947/48 - XXI giornata

SAMPDORIA: Lusetti, Borrini, Zorzi, Ballico, Bertoni, Gramaglia, Rebuzzi, Barsanti, Calicchio, Bassetto, Baldini.

LAZIO: Gradella, Piacentini, Antonazzi, Alzani, Remondini, Magrini, De Andreis, Cecconi, Penzo (I), Flamini, Lombardini.

Arbitro: sig. Bellè di Venezia.

Marcatori: pt 8' Bassetto, 15' Bassetto, st 36' De Andreis.

Note: tempo e terreno ideali. La Sampdoria ha giocato con il lutto al braccio per la morte di Luigi Cassano. La stessa cosa non ha fatto la Lazio in cui il giocatore aveva militato l'anno precedente. In suo onore è stato osservato un minuto di raccoglimento. Calci d'angolo 12 a 2 a favore della Lazio.

In questa occasione la Lazio ha abbandonato il pernicioso mezzo sistema per usare il sistema totale, con il forte Remondini a centromediano, ma questo non è un modulo che si può improvvisare e pertanto i biancocelesti hanno subito l'ennesima sconfitta. Al 15' del primo tempo la Sampdoria è già in vantaggio di due reti, segnate entrambe da Bassetto. La prima, all'8', con un calcio di punizione dal limite e la seconda, al 15', riprendendo una corta respinta della difesa biancoceleste. La Lazio si è data da fare per rimontare lo svantaggio, ma davanti a Lusetti è stata formata una diga difensiva che ha contrastato energicamente gli attacchi avversari. Solo al 36' del secondo tempo De Andreis, sugli sviluppi del dodicesimo calcio d'angolo a favore della Lazio, può accorciare le distanze. Dopo di che la Lazio ha modificato continuamente lo schieramento, ma l'unico risultato ottenuto è stato quello di confondere ancora di più le idee ai biancocelesti. I migliori della Sampdoria sono stati Lusetti, Zorzi, Bassetto, Bertoni e Gramaglia. Nella Lazio si sono distinti Piacentini, Remondini e Flamini.