Domenica 17 settembre 1950 - Padova, stadio Silvio Appiani - Padova-Lazio 2-0


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

17 settembre 1950 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1950/51 - II giornata

PADOVA: Panizzolo, Sforzin, Fuchs, Matè, Quadri, Ganzer, Giusti, Curti, Martegani, Celio, Novello. All. Serantoni.

LAZIO: Sentimenti IV, Montanari, Furiassi, Alzani, Antonazzi, Sentimenti (III), Puccinelli, Magrini, Hofling, Flamini, Unzain. All. Sperone.

Arbitro: sig. Ciccardi di Lecco.

Marcatori: 23' Curti (rig), 63' Martegani.

Note: terreno perfetto, giornata bella. Al 70' Sentimenti (III) ha fallito un calcio di rigore. Calci d'angolo 7 a 4 a favore della Lazio.

Spettatori: 14.000.

Un arbitro in giornata nera e due gol assai controversi hanno determinato la prima sconfitta della Lazio in campionato. Lazio che peraltro ha denunciato problemi evidenti in attacco, dove Puccinelli e il paraguayano Unzain sono stati letteralmente bloccati dai due terzini del Padova. A un inizio abbastanza confortante ha fatto così seguito un prosieguo balbettante, specialmente dopo il rigore inventato dall'ineffabile Ciccardi per un mani del tutto involontario di Montanari con trasformazione angolata di Curti. Malino Hofling, tentennante la difesa, con Antonazzi colpevole a metà ripresa di essersi dimenticato dell'argentino Martegani, a segno sull'uscita di Sentimenti IV con una parabola perfetta dopo l'invito al bacio in profondità di Giusti. Furiassi aveva alzato la mano chiamando il fuorigioco, apparso netto con l'unico dubbio di Montanari, forse in linea con l'attaccante patavino ma dall'altra parte del campo. Comunque sia, la Lazio non è riuscita a reagire come la domenica precedente contro l'Inter, anche per la grande prova della difesa di casa e di un giovane, Ganzer, considerato di sicuro avvenire. Bravissimo anche il baby portiere Panizzolo che ha strozzato l'urlo di speranza laziale per un rigore, anche questo regalato dall'arbitro e però fallito da Sentimenti III ipnotizzato dal tuffo sulla destra del portierino: sulla respinta, Puccinelli ha concluso a lato. La Lazio ha poi rischiato di subire in contropiede addirittura il terzo gol. Il che, al di là dei macroscopici errori arbitrali, ha reso comunque meritata la vittoria dei veneti.

17set50.jpg
17set50 a.jpg
Due immagini della partita