Domenica 21 novembre 1965 - Brescia, stadio M. Rigamonti - Brescia-Lazio 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

21 novembre 1965 - Campionato di Serie A 1965/66 - X giornata

BRESCIA: Geotti, Robotti, Fumagalli, Rizzolini, Mangili, Bianchi, Bruells, Beretta, De Paoli, Giacomini, Maestri. All. Gei.

LAZIO: Cei, Zanetti, Vitali, Carosi, Pagni, Dotti, Mari, Bartù, D'Amato, Governato, Ciccolo. All. Mannocci.

Arbitro: sig. Francescon di Padova.

Marcatori: 59' D'Amato, 67' De Paoli (rig), 70' De Paoli.

Note: giornata di sole, terreno pesante. Ammonito Governato. Calci d'angolo : 5 - 1 a favore del Brescia .

Spettatori: 30.000 .

Il trafiletto dell'Unità sulla gara
Un'uscita in presa alta di Cei

Dopo nove turni utili consecutivi, la Lazio perde la sua imbattibiltà in Campionato. Match equilibrato quello del Rigamonti con una discreta Lazio che gioca però una partita troppo remissiva in avanti. I biancocelesti passano in vantaggio al 59' con D'Amato che in velocità supera Mangili e batte Geotti in uscita. Il vantaggio dura solo otto minuti ed è favorito da un rigore concesso da Francescon ai padroni di casa. L'arbitro padovano ravvede un fallo di Governato in area e concede la massima punizione. Veementi sono le proteste dei romani a riguardo, fatto sta che De Paoli converte dagli undici metri spiazzando Cei. Lo stesso De Paoli, tre minuti dopo, porta in vantaggio i suoi con un grande colpo di testa su cross dal fondo del vecchio Robotti. La Lazio, malgrado qualche tentativo, non riesce più a recuperare il risultato. Ecco la classifica della X° giornata di Campionato: Napoli e Inter (p.15), Juventus e Milan (p.14), L.R.Vicenza (p.13), Lazio, Fiorentina e Bologna (p.12), Cagliari, Roma, S.P.A.L. e Torino (p.10), Brescia (p.9), Foggia e Atalanta (p.7), Sampdoria (p.6), Catania (p.3), Varese (p.1).