Domenica 24 novembre 1946 - Roma, stadio Nazionale - Lazio-Napoli 2-1


Stagione

Turno precedente - Turno successivo

24 novembre 1946 - Campionato Italiano di calcio Divisione Nazionale Serie A 1946/47 - X giornata

LAZIO: Giubilo, Cassano, Antonazzi, Brunetti, Sessa, Gualtieri, Puccinelli, Magrini, Koenig, Ispiro, De Andreis.

NAPOLI: Chellini, Pretto, Berra, Rosi, Andreolo, Pastore, Busani, Di Costanzo, Romagnoli (II), Verrina, Barbieri.

Arbitro: sig. Zelocchi di Modena.

Marcatori: pt 27' Romagnoli (II), st 12' De Andreis, 23' Koenig.

Note: spettatori 16.000. Giornata di sole, temperatura primaverile. Annullato un goal di Ispiro al 9' del st. Calci d'angolo 6 a 3 per il Napoli.

Il Napoli del pt ha veramente impressionato: solida nei terzini, compatta nei mediani, intelligente negli interni e pericolosa in attacco. Su tutti un fenomenale Andreolo che è stato implacabile in difesa e vero regista di tutto il gioco partenopeo. Un giocatore di classe superiore che ha intimorito e disorientato i laziali per tutto il pt. Nella ripresa Andreolo è calato fisicamente e con lui è calato tutto il Napoli ed è cresciuta proporzionalmente la Lazio, che ha recuperato e poi segnato con merito il goal della vittoria. Comunque anche nel pt la Lazio non ha sfigurato, ha ribattuto colpo su colpo, ma le sue manovre non hanno avuto la chiarezza e la continuità di quelle del Napoli. Insomma, tirando le somme, il vantaggio dei campani era, in sostanza, meritato. All'inizio della ripresa, per circa cinque minuti, la prevalenza del Napoli è continuata. Poi, di schianto, Andreolo è sembrato stanco ed è venuta fuori prepotentemente la Lazio. I partenopei hanno cominciato a difendersi senza mai innescare gli avanti che infatti sono rimasti molto isolati e mal serviti. Al 9' un bel goal di Ispiro è stato annullato per un non evidente fallo di mano fischiato a Magrini e dopo 3 minuti la Lazio ha pareggiato e poi segnato il goal della vittoria. Il Napoli era passato in vantaggio al 27' del pt grazie ad un goal spettacolare. Di Costanzo dalla fascia centrava forte e Romagnoli si trovava troppo avanti rispetto al pallone. A quel punto il giocatore del Napoli faceva la cosa più logica ma anche più difficile: si librava in aria e con una spettacolare rovesciata batteva Giubilo. Il goal è stato applaudito a lungo dagli stessi sostenitori biancocelesti. Al 12' della ripresa Cassano ha respinto lungo verso Puccinelli che, a sua volta, ha smistato a Koenig. Questi ha spizzato il pallone di testa verso De Andreis che in corsa ha fulminato Chellini. Al 23' fallo di Berra su Koenig; la susseguente punizione dal limite dell'area è stata battuta dallo stesso centravanti e per Chellini non c'è stato nulla da fare sul bolide finito di precisione all'angolo.